Al via il minimaster in export management

Lo organizza Confindustria Toscana Sud

SIENA. Confindustria Toscana Sud continua il suo impegno a 360° nella formazione, decidendo di investire in iniziative volte allo sviluppo delle professionalità nelle aziende in un contesto internazionale sempre più complesso e competitivo. Come il Mini Master in Export Management, che mira a fornire conoscenze tecnico-pratiche per un approccio corretto ai mercati esteri, in un contesto di mercato dove l’internazionalizzazione rappresenta il perno dei piani strategici della maggior parte delle imprese italiane.

La figura dell’Export Manager è di basilare importanza nell’ambito della gestione di situazioni sempre più complesse e competitive. Il corso, della durata di 64 ore, è strutturato in 8 moduli formativi di 8 ore ciascuno, ed è incentrato sulle seguenti tematiche: marketing internazionale, normative doganali, contrattualistica internazionale, fiscalità internazionale,gestione del rischio, impatto del web sulle strategie di internazionalizzazione. Il Master prenderà il via il 23 marzo 2017, nella sede di Arezzo di Confindustria Toscana Sud, dove le lezioni saranno tenute da professionisti che lavorano da anni con aziende internazionalizzate e che riporteranno la loro esperienza. L’approccio metodologico proposto coniuga gli aspetti più validi della formazione tradizionale frontale con attività pratiche, immediatamente applicabili in azienda, come project work, case study e lavori di gruppo.

Il master, a cui ci si può iscrivere fino al 15 marzo 2017, è rivolto a imprenditori, manager di funzione, addetti commerciali di piccole e medie imprese e consulenti interessati ad acquisire o approfondire conoscenze tecniche e competenze strategiche per iniziare o accelerare un percorso di internazionalizzazione dell’impresa. Viene offerta anche la possibilità di venire rimborsati dell’intero costo del Master tramite un voucher di Fondimpresa o Fondirigenti, previa verifica della disponibilità delle risorse accantonate sul conto formazione aziendale.

“Siamo entusiasti di questo progetto” afferma uno dei docenti del corso,  Lara Piccinino, specializzata in fiscalità internazionale “perché ci rendiamo conto dell’importanza di corsi di formazione mirati come questo, dove ci confrontiamo con persone che già lavorano nel settore e che vogliono correggere il tiro, vogliono apprendere le modalità di approccio con una realtà lavorativa complessa e in costante evoluzione”.

Sulla stessa lunghezza d’onda un altro dei docenti del master “Trovo estremamente utile e produttivo quello che fa Confindustria Toscana Sud nell’ambito della formazione” così Gaetano Torrisi, consulente e formatore in marketing e comunicazione e docente dell’Università di Siena “perché fa in modo che dei professionisti possano reinventarsi, rinnovare il proprio ruolo professionale, acquisendo competenze specifiche che consentono loro di avere una marcia in più quando si tratta di proporsi per un posto di lavoro.”

Così il commento del presidente di Confindustria Toscana Sud Andrea Fabianelli: “Con questo impegno nel campo della formazione, Confindustria Toscana Sud porta avanti il suo impegno nell’offrire una formazione che sappia coniugare l’importanza del processo di internazionalizzazione delle imprese con la possibilità per giovani professionisti di acquisire conoscenze altamente professionali e concrete in modo da rappresentare risorse per le aziende. L’internazionalizzazione rappresenta una delle colonne portanti della crescita economica delle imprese e quindi del nostro territorio.”