Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Winter School di Sanguis Jovis: aperto il bando alla seconda edizione

Istituito nel 2017 dalla Fondazione Banfi, il primo centro permanente di studi sul Sangiovese si sta preparando per la seconda edizione della Winter School (4-6 marzo 2020)

MONTALCINO.  Il bando della prossima edizione della Winter School, che si svolgerà presso OCRA- Officine Creative dell’Abitare dal 4 al 6 marzo 2020, è già aperto e si chiuderà il 31 gennaio 2020. Il bando completo è disponibile sul sito della Fondazione Banfi: https://fondazionebanfi.it/it/sanguis-jovis/formazione.php.

Il Professor Alberto Mattiacci, Direttore di Sanguis Jovis, durante la conferenza di Roma, lo scorso 15 ottobre, in cui è stato presentato il corso, ha dichiarato: “Questa volta ci concentreremo sui valori del brand. La marca è un elemento fondamentale per ogni impresa e richiede una grande preparazione. Ad oggi, purtroppo, possiamo constatare che nel mondo del vino, ad eccezione di pochi casi, c’è tanta approssimazione”. Ha poi continuato: “Possiamo paragonare la marca ad un edificio che, per resistere nel tempo, deve essere costruito su basi solide. Il corso si svolgerà in tre giornate di cui, il primo giorno con lezioni in aula di accademici e rappresentanti aziendali; nel secondo giorno lavoreremo sul campo analizzando alcuni esempi di chi ha costruito un piano di comunicazione per la marca; il terzo giorno lo dedicheremo, invece, al concetto di marca come valore economico e patrimoniale”.

Sempre in occasione della presentazione di Roma, il Presidente della Fondazione Banfi, Dr. Rodolfo Maralli, ha illustrato quelli che sono i pilastri del progetto culturale di Sanguis Jovis: formazione, ricerca scientifica e comunicazione. “La formazione si realizza attraverso la Summer School, di cui abbiamo già svolto tre edizioni, e la Winter School che è a cadenza biennale. Il progetto è in forte crescita, ad ogni edizione riceviamo oltre 100 richieste di partecipazione per 20/25 posti a disposizione. Il nostro obiettivo è quello di riuscire a portare questo format anche all’estero, oppure fare accedere studenti stranieri ai nostri corsi, impostandoli con docenti multilingua. Il secondo pilastro, la ricerca scientifica, si attua attraverso il finanziamento da parte della Fondazione Banfi di due-tre ricerche ogni anno, in ambito agronomico, manageriale e di marketing. La Fondazione, inoltre, sta lavorando sulla comunicazione, il terzo pilastro del progetto, attraverso la pubblicazione de “I Quaderni di Sanguis Jovis”, di cui è uscito il secondo numero: “Il Sangiovese del futuro – Cambiamenti tra clima, vitigno, mercato”, in cui troviamo i risultati delle Summer School 2017 e 2018”, ha spiegato Maralli. “Il prossimo progetto che vedrà la luce nel 2020 è una rivista, il cui obiettivo sarà quello di rafforzare la cultura e la valorizzazione del Sangiovese”.

Già annunciate, inoltre, le date della prossima Summer School, che si svolgerà dal 6 al 10 luglio 2020. “Ci concentreremo sulla maturazione del vigneto, analizzando tutti i fattori ambientali che ci portano all’ultimo, fondamentale. mese e mezzo prima della raccolta”, ha dichiarato il Prof. Attilio Scienza, Presidente di Sanguis Jovis.