Cento ricercatori: presentato a Siena il bando di cofinanziamento

Monica Barni e Tomaso Montanari

SIENA. E’ stato presentato all’Università per Stranieri di Siena il bando per l’alta formazione e la ricerca in ambito culturale, che consente il cofinanziamento di cento assegni di ricerca, in ambito culturale, per progetti connessi a contenuti, tecnologie e strumenti relativi alla fruizione, conservazione, valorizzazione del patrimonio culturale e alla conoscenza e interpretazione delle arti e della cultura. I progetti di ricerca devono essere realizzati in collabrazione fra Università, enti di ricerca e operatori delle filiera culturale e creativa regionale.

La misura è cofinanziata dal Programma operativo del Fondo sociale europeo 2014-2020 e rientra nel progetto Giovanisì della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani.

Ad essere coinvolti saranno gli operatori della filiera culturale che lavorano in musei, soprintendenze, archivi, biblioteche, nel settore della musica e dello spettacolo che potranno vedersi finanziati progetti in collaborazione con Università e centri di ricerca pubblici, con assegni biennali come percorsi di alta formazione, finanziati per il 90% dalla Regione mentre almeno il 10% dovrà essere coperto dal soggetto proponente. Il progetto potrà essere supportato anche da altri partner come istituzioni pubbliche ed imprese private.

I candidati agli assegni sono giovani con laurea magistrale sotto i 36 anni ed ogni ente potrà presentare più di un progetto.

Guarda il video