“Career week”: contatto con il mondo del lavoro per studenti e neolaureati di Unisi

Partecipano circa 80 aziende locali, nazionali e multinazionali

SIENA. Tre giornate dedicate all’incontro tra studenti, laureati e mondo del lavoro, con 80 aziende partecipanti: torna la “Career week” dell’Università di Siena, con seminari di orientamento e presentazioni degli sbocchi professionali, il 15 e 16 ottobre, e il Career day il 18 ottobre, con gli stand delle aziende e degli enti nel palazzo del Rettorato.

Numeri in crescita per l’iniziativa, sempre più apprezzata dagli studenti e sempre più richiesta dalle aziende, che quest’anno in occasione del Career day occuperanno tutti gli spazi disponibili nel palazzo del Rettorato, con 68 stand e postazioni. Si tratta di medie e grandi aziende locali, nazionali ed internazionali, da quelle che sono sul territorio e intrattengono rapporti di collaborazione costante con l’Ateneo, come GSK e Banca MPS, ai grandi marchi come ad esempio Ferragamo, Ferrero, Marchesini Group, Procter&Gamble. Durante la mattinata e nel primo pomeriggio i rappresentanti delle aziende e gli addetti alle Risorse umane saranno a disposizione degli studenti e neolaureati per colloqui di lavoro, consegna dei curricula, confronti sulle competenze più richieste e offerte di stage e tirocini.

“Le azioni di orientamento al mondo del lavoro rivolte ai nostri studenti sono un impegno costante, con numerose attività ed eventi” dice il rettore Francesco Frati. “Questo si sposa con un rapporto sempre più stabile e strutturato con le aziende e più in generale con il tessuto economico, che fa dell’Ateneo un attore fondamentale per lo sviluppo economico e sociale del territorio”.

Ma quali sono, appunto, le competenze più richieste dalle imprese che partecipano alla Career Week? Per fare qualche esempio, si cercano ingegneri, informatici, fisici, matematici, statistici, addetti al marketing, laureati nelle professioni sanitarie anche per una carriera all’estero. Richieste che corrispondono ai dati sulla condizione occupazionale dei laureati dell’Università di Siena: “Il tasso di occupazione dei nostri laureati magistrali a distanza di 5 anni dal conseguimento del titolo supera leggermente il dato nazionale e si attesta, secondo i dati Almalaurea, a oltre l’87%” spiega la professoressa Claudia Faleri, delegata del rettore al Placement. “I nostri laureati che trovano lavoro hanno un profilo sempre più internazionale e una retribuzione superiore alla media. In un quadro generale piuttosto buono, i settori che spiccano in modo particolare sono ingegneria, il settore economico statistico, il settore medico e chimico farmaceutico, con alcuni corsi magistrali che hanno un tasso di occupazione al 100% a tre anni dal conseguimento del titolo.”

La “Career week “ si aprirà lunedì 15 ottobre, per la prima volta con un’iniziativa anche ad Arezzo presso il Campus del Pionta, e a Siena presso il polo didattico di San Francesco, dove si parlerà delle professioni legate alla moda, con la partecipazione delle aziende Monnalisa e Don the Fuller. Banca Monte dei Paschi e Gsk avranno i loro meeting point, quest’ultima a San Miniato.

Martedì 16 nel palazzo del Rettorato ci saranno iniziative mirate all’orientamento e aiuto alla preparazione dei colloqui di lavoro e del curriculum, e sarà presentata la piattaforma “Job teaser”, pensata per facilitare gli stage all’estero. L’Ateneo senese è partner della piattaforma insieme ad altre università europee e a poche altre università italiane. Inoltre l’associazione dei laureati USiena Alumni proporrà un seminario in cui alcuni esperti condivideranno con i ragazzi le loro esperienze, e forniranno consigli su alcune delle competenze più ricercate dal mondo del lavoro. Infine giovedì 18 il vero e proprio “Career day”.

Il programma delle giornate e tutte le informazioni sono su questo sito web: http://www.careerweek.unisi.it/