Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Autogrill Montepulciano: verso un incontro istituzioni-Autostrade

La proposta arriva dal consigliere per il lavoro Simoncini

FIRENZE. Un incontro, da tenere in tempi brevi, tra istituzioni e  Autostrade per l’Italia, con due obiettivi: avere un quadro puntuale sul procedimento di ristrutturazione dell’Autogrill di Montepulciano e rappresentare l’attenzione di Regione e Comune per una situazione che sta preoccupando fortemente i lavoratori.
E’ questa la proposta che ha presentato il consigliere per il lavoro del presidente della Regione, Gianfranco Simoncini, al termine dell’incontro che si è svolto nel pomeriggio nella sede regionale di Palazzo Cerretani. Al tavolo erano presenti il sindaco di Montepulciano, Michele Angiolini, i rappresentanti della società Autogrill, concessionaria di Autostrade per la gestione della strutture, e i rappresentanti delle organizzazioni sindacali.

Dall’incontro è emerso, come hanno informato i dirigenti di Autogrill, che il procedimento per autorizzare i lavori di trasformazione dall’attuale struttura, a ponte, ad una che prevede due aree di servizio ai lati dell’autostrada, non si è ancora concluso. Autogrill ha infatti presentato il suo progetto, ma la società Autostrade, peraltro d’accordo con il progetto di superare la struttura a ponte, non ha ancora dato il suo assenso.

L’obiettivo dichiarato da Autogrill di completare i lavori entro il 2020 rende quindi necessaria un’accelerazione di tutto il procedimento, anche in considerazione del fatto, come hanno sottolineato i rappresentanti sindacali, che la situazione di incertezza dura da un anno e che nel mese di aprile prossimo scadranno i contratti di solidarietà, che già hanno determinato una decurtazione dei redditi  dei lavoratori. Anche per questo, i lavoratori e i sindacati continueranno le loro azioni di lotta e di pressione.

Il tavolo di crisi ha già previsto una nuova riunione, entro un mese, dopo che si sarà svolto l’auspicato incontro di Regione e Comune con Autostrade per l’Italia.