A Villa a Sesta torna “Dit’unto”

L’appuntamento domenica 9 ottobre, dalle 11 alle 20, con street food toscano e di altre regioni e animazione per tutti

Dit'Unto 2014 (5)

CASTELNUOVO BERARDENGA.  Il cibo di strada torna ad animare Villa a Sesta, borgo di Castelnuovo Berardenga, con una giornata dedicata al ‘mangiare bene e con le mani’. L’appuntamento è per domenica 9 ottobre con la quarta edizione di “Dit’unto” Festival del mangiare con le mani, che vedrà protagonista, dalle ore 11 alle ore 20, la tradizione culinaria dello street food italiano proposto da 47 stand provenienti da diverse regioni, insieme ai quattro ristoranti del borgo e ad alcuni chef stellati Michelin. Ad arricchire l’offerta gastronomica dell’edizione 2016 sarà la presenza di uno stand in arrivo da Puschendorf, Comune tedesco gemellato con Castelnuovo Berardenga da 26 anni. Musica dal vivo, spettacoli di strada, arte, animazione e il ‘Trekking del Dit’Unto’ completeranno la giornata di festa e gastronomia di qualità organizzata dall’Associazione Dit’unto con la partecipazione di La Bottega del 30 – Stella Michelin da 20 anni – Osteria alla Villa, Ristorante Villa di Sotto, L’Asinello Ristorante, Circolo Arci di Villa a Sesta e Agricola Tattoni – Villa a Sesta e il patrocinio dei Comuni di Castelnuovo Berardenga, Gaiole in Chianti e Radda in Chianti.Ditunto 2015 2 300x200 A Villa a Sesta torna Dit’unto

I protagonisti. L’offerta gastronomica di Dit’unto 2016 sarà ampia e variegata e proporrà cibi di qualità espressione della cucina toscana, ma anche lombarda, emiliana, romagnola, abruzzese, marchigiana e campana, unite dall’esaltazione dello street food e del mangiare con le mani. Come nelle passate edizioni, sarà possibile gustare cibo tradizionale e pietanze preparate per l’occasione e al momento da ristoranti e da grandi maestri gourmet. Tra gli ospiti, infatti, ‘brillano’ le due Stelle Michelin del ristorante ‘Da Caino’ di Montemerano (Manciano-Grosseto), con la chef Valeria Piccini, e quelle del ristorante ‘Arnolfo’ di Colle di Val d’Elsa, con lo chef Gaetano Trovato, insieme alla Stella Michelin del ristorante ‘Il Piastrino’ di Pennabilli (Rimini), con Riccardo Agostini; del ristorante ‘Andreina’ di Loreto (Ancona), con Errico Recanati; de ‘L’Imbuto’ di Lucca, con Cristiano Tomei; del ristorante ‘Ora d’Aria’ di Firenze, con Marco Stabile, e del ristorante ‘Seta’ – Mandarin Oriental Hotel’ di Milano, con Antonio Guida. Gli ospiti esperti di alta cucina saranno completati dagli chef Filippo Saporito, della ‘Leggenda dei Frati’ di Firenze, e Nico Atrigna, del ristorante ‘Le Logge’ di Siena, insieme al locale ‘Sale Fino’ di Siena. Gli stand di cibo saranno affiancati, inoltre, da vini di produzione locale dell’Azienda Agricola Villa a Sesta e da birre artigianali toscane e bavaresi per gli amanti di malto e luppolo.

Gli eventi collaterali. “Dit’Unto” inizierà con il Trekking del Dit’unto organizzato dal G.E.B., Gruppo Escursionisti Berardenga, con ritrovo dei partecipanti all’ingresso del paese alle ore 9 e percorso alla scoperta dell’anello intorno a Villa a Sesta. La festa entrerà nel vivo a partire dalle ore 11 e andrà avanti fino alle ore 20 con la degustazione di cibo di strada per tutti i gusti accompagnata dalla musica dal vivo della street band Sorgente Musicale. Nel pomeriggio, il borgo sarà animato anche dall’orchestra ArchiMossi, composta da otto musiciste provenienti da Italia, Russia, Canada e Inghilterra con ampio repertorio per violini, viole violoncello e percussioni, e dagli spettacoli itineranti per adulti e bambini in compagnia di Mago Mamò, Tata Mikela e il clown, giullare e giocoliere ‘Nador de la nuit’.Ditunto 2015 3 300x200 A Villa a Sesta torna Dit’unto

“Dit’unto – afferma Fabrizio Nepi, sindaco di Castelnuovo Berardenga – si consolida come una manifestazione dedicata allo street food e al cibo di alta qualità, espressione della migliore tradizione toscana e di altre regioni a cui, quest’anno, si unisce anche lo stand dei nostri ‘gemelli’ tedeschi in arrivo da Puschendorf. Una giornata di buona gastronomia da gustare rigorosamente con le mani, nata e cresciuta grazie ai ristoranti di Villa a Sesta e da loro promossa ogni anno con il prezioso contributo di tanti volontari, nuove idee e tanto entusiasmo. Una grande occasione di promozione delle eccellenze culinarie a cui si unisce la valorizzazione di un territorio unico come il nostro e per la quale ringrazio tutti i soggetti promotori e quelli coinvolti”.

Informazioni: ticket e bus navetta. Per gustare le specialità di Dit’unto, è possibile acquistare i carnet all’ingresso del borgo, al prezzo di 15 euro con cinque ticket di degustazione; 10 euro con tre ticket di degustazione e un ‘Gotto del Vinaio’ oppure 10 euro con due ticket vino oltre al calice. Ogni ticket di degustazione acquistato dà diritto a una porzione presso gli stand preferiti ed è previsto un rimborso di 4 euro per ogni calice restituito. Per raggiungere il borgo di Villa a Sesta e Dit’unto è disponibile anche un servizio navetta in collaborazione con Tiemme Mobilità, con la possibilità di parcheggiare l’auto nella zona Due Ponti, al costo di 5 euro e con la possibilità di acquistare in anticipo i ticket di degustazione. Per ulteriori informazioni e per conoscere gli orari della navetta e le modalità di acquisto dei ticket, è possibile consultare il sito www.ditunto.it, dove sono disponibili anche tutti gli aggiornamenti su programma e protagonisti dell’edizione 2016 della manifestazione.