Uniti per Siena: “Il Palio in piena bagarre giudiziario-mediatica”

"Siamo totalmente contrari alla trasformazione in un mero evento televisivo"

Tornasol (Tartuca) con il fantino Luigi Bruschelli

SIENA. Da Uniti per Siena riceviamo e pubblichiamo.

In merito a quanto avvenuto dopo il Palio di Provenzano ed alla notizia dei prelievi effettuati al cavallo della Contrada della Tartuca, vogliamo sottolineare come lo stesso comunicato della Procura della Repubblica abbia ribadito come gli accertamenti di laboratorio, delegati dai Carabinieri – Forestali di Siena da parte della stessa Procura, siano stati finalizzati a “verificare le cause dell’alterazione psico-fisica” del cavallo. Appare evidente che l’Amministrazione comunale, diffondendo ai mezzi di informazione un comunicato stampa contenente le esatte parole del referto dell’equipe veterinaria, abbia resi inevitabile l’intervento della Procura della Repubblica, mettendo così ancora di più il nostro Palio al centro di una bagarre giudiziario – mediatica (basta leggere i maggiori quotidiani nazionali nei giorni immediatamente successivi alla Carriera) della quale facevamo volentieri a meno.

Questa ciliegina sulla torta, dopo la totale inadeguatezza del primo cittadino nel gestire la sicurezza in Piazza e l’assoluta assenza di personalità nei momenti in cui dovevano essere prese adeguate decisioni. Siamo totalmente contrari alla trasformazione del Palio in un mero evento televisivo o folcoloristico, del quale si vogliono distruggere le peculiarità e le caratteristiche per mere esigenze di copione e crediamo che Siena non meriti una incapacità politico – organizzativa in questo modo”.

cleardot Uniti per Siena: Il Palio in piena bagarre giudiziario mediatica

  • Patrizia Meini

    Si dice che la macchina della sicurezza ha funzionato…ma quando mai al Palio c’è stato bisogno di una sicurezza del genere???
    Io sono più convinta di riprenderci la nostra festa..niente televisione e niente stranieri…