Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Regione: un milione e 360mila euro per l’avvio degli Ambiti turistici omogenei

Toscana Promozione Turistica eroga l'anticipo, il saldo dopo la rendicontazione del progetto

FIRENZE. Un milione e 360 mila euro già ‘prenotati’ dai Comuni per l’avvio degli Ambiti turistici omogenei (Ato) previsti dalla Legge regionale in materia di turismo: 85 mila ciascuno per i 16 che, ad oggi, ne hanno fatto richiesta. Toscana Promozione Turistica sta provvedendo ad erogare l’anticipo di tale somma mentre il saldo sarà versato dopo la rendicontazione del progetto.

La legge, si ricorderà, ha suddiviso la Toscana in 28 ambiti territoriali omogenei in base alle specifiche caratteristiche di ogni zona, rispettando i poli di attrattività per i quali sono più famosi o visitati, al fine di far gestire in maniera associata fra i comuni accoglienza, informazione e promozione del proprio territorio. Fino ad ora, su 28, la costituzione in Ambito è avvenuta per 20.

Toscana Promozione Turistica ha fatto un apposito bando per dare un contributo per l’avvio degli Ato Turismo, mettendo a disposizione di ognuno 85 mila euro. Ad oggi hanno presentato un progetto e ottenuto il finanziamento i seguenti Ato: Costa degli Etruschi, Maremma Toscana Area Nord, Terre di Siena, Terre di Valdelsa e dell’Etruria Volterrana, Valdorcia, Valdichiana Senese, Vadichiana Aretina, Amiata, Area Pratese, Empolese Val d’Elsa e Montalbano, Firenze e Area Fiorentina, Chianti, Lunigiana, Maremma Toscana Area Sud, Mugello, Valdarno Aretino, Casentino, Valtiberina Toscana.

“Siamo soddisfatti – ha spiegato l’assessore regionale al turismo Stefano Ciuoffo – perché è tangibile che l’introduzione nella normativa di questa innovazione ha risposto a una esigenza sentita dai territori i quali, con il superamento di Apt e province, avevano bisogno di meglio focalizzare e organizzare le funzioni relative al turismo e alle forme di promozione e marketing territoriale, secondo le proprie specificità. La Toscana è grande e ricca di motivazioni di viaggio e aspetti che rendono ogni luogo qualcosa di importante e che merita attenzione specifica, in questo modo riusciamo a far parlare le tante toscane presenti esaltandole tutte. Ad oggi, a sei mesi dall’introduzione normativa, è avvenuta la costituzione in Ato di 20 territori, e altri cinque Ato hanno avviato l’iter amministrativo portando l’approvazione dell’atto nei vari Consigli comunali”.