Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Partito Pirata Siena su Mps: “Non è cambiato un bel niente”

"Crediamo che la vicenda MPS sia la "cartina al tornasole" che continua a colorarsi sempre dello stesso modo, governo dopo governo, anno dopo anno"

SIENA. La lettera indirizzata a Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio, da parte dell’Associazione Culturale Pietraserena [https://pietraserena.wordpress.com/2019/04/11/lettera-a-presidente-del-consiglio-giuseppe-conte/] è probabilmente la migliore testimonianza di un disagio sempre più evidente – se mai ce ne fosse ancora bisogno – sulle tante aspettative e speranze tradite per i risparmiatori di Banca MPS da parte del cosiddetto “Governo del Cambiamento” giallo-verde.
 
Crediamo che la vicenda MPS sia la “cartina al tornasole” che continua a colorarsi sempre dello stesso modo, governo dopo governo, anno dopo anno, aumento di capitale dopo aumento di capitale, assemblea dopo assemblea: incredibile, a nostro modesto parere, è stata la bocciatura dell’azione di responsabilità nei confronti degli ex-vertici, promossa da Bluebell.

La maggioranza azionaria, lo ricordiamo, è ancora in mano al MEF, con il 68,247%: il Ministero dell’Economia e delle Finanze, quindi, poteva (e, secondo noi, doveva) sostenere e ottenere l’azione di responsabilità. Il tutto a pochi giorni dalla dichiarazione, di sfuggita a margine di un incontro, da parte dell’On. Luigi Di Maio che, proprio in merito alla richiesta dell’azione di responsabilità, dichiarava che “Discuteremo e vedremo la prossima settimana cosa fare nell’assemblea, per quello che penso io chi ha ridotto la banca in quelle condizioni deve pagare” [https://it.notizie.yahoo.com/mps-di-maio-governo-discuter-se-appoggiare-azione-153405442–finance.html].

 
Ancora una volta, tra l’assordante rumore dell’assenza di esponenti istituzionali del “nuovo” M5S all’Assemblea, chi ha ridotto la banca in queste condizioni continua a non pagare.
 
Siena Pirata