Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Partito Pirata: “I costi disincentivano il trasporto pubblico”

SIENA.

SIENA. Di seguito pubblichiamo la nota del Partito Pirata Siena sul problema delle auto nella nostra città.
“Helsinski ha annunciato di voler arrivare, nel 2025, ad avere una città senza auto private. La capitale e la città più grande della Finlandia, con 626.305 abitanti, vuole adottate tutte le strategie necessarie per far si che i suoi cittadini non abbiano bisogno, per spostarsi in città, del mezzo privato.
Sicuramente un obiettivo ambizioso, utopico per certi versi, ma verso il quale dovrebbero tendere tutti i governi e tutte le amministrazioni dei paesi avanzati.
Pensiamo a Siena, la nostra città. Una piccola cittadina di provincia con poco più di 54.000 abitanti ed una superficie di 118km quadrati: più o meno quanto un quartiere di Helsinski.
Mentre nella capitale finalndese si lavora per potenziare i mezzi pubblici, a Siena – ed in Toscana – vengono vertiginosamente aumentati i costi del servizio pubblico, disincentivandone l’uso: la sfida, come potete ben capire, è tutta politica. 
Come Partito Pirata di Siena avevamo già proposto, nel nostro comunicato sul TPU, che venisse fatto uno sforzo per tendere ad una gratuità del servizio, rendendo di fatto inutile o scomodo l’utilizzo del mezzo privato, almeno nel centro storico e sue propaggini: parcheggi scambiatori nelle periferie ed una capillare mobilità con mezzi pubblici avrebbero il vantaggio di limitare il traffico, aumentare la disponibilità di posti auto per i residenti ed abbassare il livello di inquinanti nell’atmosfera. 
In una intervista abbastanza recente di quando era ancora candidato, il sindaco De Mossi concorda con noi sulla necessità di limitare la mobilità privata, incentivando e potenziando il trasporto pubblico urbano. Stessi principi indicati anche nel programma elettorale depositato presso il Comune che, quindi, diventano impegni precisi verso i cittadini senesi e che ci impegniamo, fin da ora, a monitorare nella loro realizzazione.
Crediamo, infatti, che una città meno ingolfata di auto sia una città più vivibile, più sana, più bella. E che Siena, la più bella delle città, non possa più permettersi lo scempio delle auto parcheggiate ovunque”.