Mps: rientro in Borsa tra una decina di giorni

Il cda rinviato ai primi di dicembre

Piazza Salimbeni

SIENA. Dal 23 ottobre ogni giorno sara’ buono per il rientro di Mps in Borsa: la notizia sarebbe confermata da fonti vicine al dossier. L’assemblea che nominerà il nuovo consiglio di amministrazione, intanto, è stata rimandata ai primi giorni di dicembre. La Consob, che sta vagliando il documento informativo, potrà suggerire critiche e chiedere approfondimenti. Tra i posti nel cda, sicuramente qualcuno sarà ambito da Generali, secondo azionista con il 4,3% del capitale dopo la conversione dei bond subordinati. Lo conferma in un’intervista a Bloomberg il consigliere delegato Philippe Donnet. Non stiamo parlando di stupidi giochi di potere e influenza, abbiamo bisogno di massimizzare l’investimento prima di liquidarlo al momento giusto: così si può sintetizzare il suo intervento. Il portafoglio di Generali contiene 420 milioni di euro di bond subordinati Mps.