Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Mps prosegue nell’azione di derisking

Concluse 4 operazioni di cessione di crediti deteriorati per circa 340 milioni di euro

SIENA. Banca Monte dei Paschi di Siena prosegue il suo percorso di derisking e conclude ulteriori 4 operazioni di cessione di crediti deteriorati per circa 340 milioni di euro. Gli accordi si sommano a quelli recentemente realizzati con Illimity Bank (31 luglio) e con un’affiliata di Cerberus Capital Management L.P. (1° agosto) e portano a quasi 1,5 miliardi di euro i non performing exposures (NPE) complessivamente ceduti dalla Banca nelle ultime due settimane.

I deal conclusi riguardano, in particolare, la cessione di crediti in sofferenza misti secured e unsecured per complessivi 137 milioni di euro e tre operazioni su crediti unlikely to pay prevalentemente secured, per 202 milioni di euro, su portafogli di Banca Mps e Mps Capital Services.

La conclusione di questi accordi rappresenta un ulteriore e significativo passo avanti  nel processo di accelerazione del derisking previsto dal Piano di Ristrutturazione 2017-2021 e nel rispetto degli impegni presi con la Commissione Europea.