Mps: concluso il collocamento delle obbligazioni subordinate Tier2

L’istituto senese torna sul mercato dei subordinati con richieste 3,6 volte superiori all’offerta

SIENA.  Banca Monte dei Paschi di Siena comunica di aver portato a termine oggi con successo un’emissione obbligazionaria subordinata di tipo “Tier 2” a tasso fisso con scadenza a 10 anni (rimborsabile anticipatamente a partire dal quinto anno
ad opzione dell’emittente previa approvazione del regolatore), per un ammontare di 750 milioni di euro.
L’obbligazione paga una cedola fissa del 5,375% e ha un prezzo di emissione pari a 100% equivalente a uno spread di 500,5 punti base sopra il tasso swap a 5 anni.
A conferma dell’interesse nei confronti del Gruppo Montepaschi tornato con questa emissione sul mercato dei subordinati, l’operazione ha visto una domanda di oltre 2,7 miliardi di euro proveniente da circa 250 investitori istituzionali e 3,6 volte superiore all’offerta. L’allocazione dei bonds segue la seguente ripartizione geografica: Regno Unito (52%), Italia (25%), Germania, Austria e Svizzera (9%), Paesi Nordici (3%), Francia (2%), BeNeLux (2%), Spagna e Portogallo (1%), Asia (1%) e altri (5%).
L’allocazione per tipo d’investitore è la seguente: fund manager (52%), hedge funds (29%), banche e private bank (15%), compagnie assicurative (3%) e altri (1%). 
L’obbligazione, che è riservata agli investitori istituzionali, sarà quotata alla borsa di Lussemburgo.
I rating attesi dell’obbligazione sono CCC+ (Fitch), Caa2 (Moody’s).
Global coordinator e Joint bookrunner: Goldman Sachs International e Mediobanca. 

Joint bookrunner: Bank of America Merrill Lynch, Barclays, JP Morgan, MPS Capital Services e UBS.