Mps in Borsa prima perde poi recupera

Partita l'offerta di scambio rivolta ai risparmiatori

MILANO. Mps in Borsa in mattinata ha ceduto l’1,7 per cento, scendendo sotto i 4,6 euro ad azione. Con l’approvazione del decreto da parte del Mef è oggi partita l’offerta di scambio rivolta ai risparmiatori della banca, che, in cambio delle loro obbligazioni subordinate Upper Tier 2 emesse per finanziare l’acquisto di AntonVeneta, hanno ricevuto delle azioni della banca toscana. Ora, fino al 20 novembre, potranno consegnarle allo Stato che le pagherà 8,65 euro l’una mediante l’assegnazione di bond senior di Mps. Alla fine quindi i risparmiatori si ritroveranno con in portafoglio delle obbligazioni. Anche se, com’era già stato chiarito nelle scorse settimane, se tutti dovessero aderire all’offerta non ci sarebbe la possibilità di convertire tutte le azioni in obbligazioni: quindi c’è la probabilità di ritrovarsi lo stesso con delle azioni in mano al termine del periodo di offerta.

Alla fine della seduta di Borsa Mps ha chiuso con un rialzo dell’1,03 per cento, sopra quota 4,7 euro ad azione.