Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Microcredito di solidarietà: Vittorio Stelo nominato presidente

Cda e collegio dei sindaci tra conferme e new entry

SIENA. L’Assemblea dei Soci di Microcredito di Solidarietà che si è tenuta oggi a Siena nella sede di Banca Mps ha eletto i componenti del Consiglio di Amministrazione e del Collegio Sindacale che saranno in carica per il prossimo triennio 2019-2021 ed ha affidato a Vittorio Stelo la carica di presidente.

Stelo, classe 1940, già prefetto di Siena, Lecce, Firenze e Torino e direttore del Sisde (l’ex servizio segreto civile) dal 1996 al 2001, succede a Mario Marzucchi che ha ricoperto l’incarico fin dalla fondazione della società, nata nel 2006 per contrastare la povertà e il disagio sociale e favorire l’accesso al credito di soggetti che non sono in grado di presentare tutti i requisiti richiesti solitamente dai tradizionali canali bancari.

L’Assemblea ha confermato Filomena Convertito nel ruolo di vice Presidente della società, oltre a Roberto Machetti e Luciana Bartaletti come consiglieri. Sono stati eletti, inoltre, per il Consiglio di Amministrazione Eleonora Cola, David Luciano Chiti, Paola Paffetti, Emilio Cicaloni e Giancarlo Magnani. Per il Collegio Sindacale è stato confermato Marco Tanini nella carica di Presidente e sono stati eletti Rossana Tiberi e Giulio Bruni come sindaci effettivi, Ilaria Marchi e Linda Priori come sindaci supplenti.

Fondato a Siena da Banca Monte dei Paschi di Siena, Comune e Amministrazione Provinciale di Siena, Diocesi di Siena e quella di Montepulciano, altri comuni della provincia, le associazioni di volontariato e grazie al supporto indiretto della Fondazione Mps, Microcredito di Solidarietà opera oggi attraverso 38 centri di ascolto in locali messi a disposizione da Banca Mps nella sede di Siena e presso le associazioni di volontariato nelle province di Siena, Massa Carrara (comprensorio della Diocesi di Massa-Carrara-Pontremoli) e Grosseto (limitatamente alle zone ricadenti sotto l’Arcidiocesi di Siena – comuni di Castel del Piano, Arcidosso, Seggiano, Civitella Paganico e Cinigiano). La società si avvale di personale distaccato da Banca Mps e, per la gran parte, della collaborazione di volontari, appartenenti alle associazioni di volontariato, che sono individuati sulla base delle loro competenze ed esperienze, compresi consiglieri e  sindaci revisori, che offrono i propri servizi gratuitamente.

Grazie al supporto dato dai volontari e dai collaboratori la società è riuscita a portare in oltre dieci anni di attività un aiuto concreto alla comunità locale. In linea con i precedenti anni, anche l’ultimo bilancio approvato si è chiuso con un risultato positivo, con un numero complessivo di richieste di prestito nel 2017 che ha registrato un aumento del 5,8% rispetto al 2016. Il numero dei prestiti erogati ha evidenziato una crescita del 12,3% rispetto al 2016 con predominanza delle erogazioni sociali (172 per 568.800 euro) rispetto a quelle economico/produttive (57 per 178.875 euro). Sul fronte degli impieghi il volume è aumentato in una percentuale superiore (16,1%) rispetto al numero, con un importo erogato nel corso del 2017 di 747.675 euro.