Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Lettera aperta di Pietraserena alla Commissione banche

SIENA. Senatore Casini buongiorno,

in considerazione del suo ruolo di presidente della Commissione d’Inchiesta Parlamentare sul sistema bancario, intendiamo rivolgerle alcune nostre considerazione e domande.
La cosa che ci lascia più perplessi è il comportamento del Comitato di Presidenza in merito al caso MPS, indubbiamente il più grave e delicato, quello che, a nostro giudizio, con presunte occultazioni e altre strane manovre oggi sotto la lente della Magistratura, ha generato il “virus” che ha finito per contagiare tante altre banche e l’intero sistema bancario italiano. Indubbiamente ci sembra ci sia la volontà di minimizzare o ignorare questo caso, a vantaggio di altri, sicuramente gravi, ma con dimensioni e coinvolgimenti di personaggi ed Enti pubblici, del tutto minori.
Anche in merito alle audizioni di Associazioni di consumatori, le facciamo presente che, per esempio, l’Associazione Piccoli Azionisti Buongoverno MPS e l’Associazione Culturale Pietraserena, entrambi di Siena, le più attive, attrici di esposti, denunce e comunicati fondamentali per la ricerca di verità e responsabilità, e soprattutto le uniche che fin dal 2007 denunciano nelle Assemblee MPS i rischi, i pericoli e le anomalie dell’operazione Antonveneta (cosa che toglie QUALSIASI ALIBI a chi oggi vorrebbe dire che NESSUNO poteva capire questi rischi, ovvero i vari CDA e i vari Governi e Ministeri, né tanto meno gli Organi di Controllo e Vigilanza deputati proprio a questo compito), non sono state minimamente prese in considerazione.
Non ci risultano altresì convocati nemmeno nessuno degli amministratori di Banca MPS e Fondazione MPS dal 2006 in poi, ovvero quelli che dovrebbero sapere tutte le verità sulle anomalie dell’Operazione Antonveneta e conseguenti assurdi provvedimenti per nascondere o rigirare le verità e le responsabilità della “madre” di tutti i disastri del Sistema Bancario Italiano.
Come mai? Ci sono cose che non devono essere svelate perchè coinvolgono personaggi ed Enti pubblici “intoccabili”? O cosa altro?
Questo atteggiamento ci sorprende e ci preoccupa.
Ci auguriamo che, per continuare ad onorare il vostro compito, e in nome della ricerca di chiarezza e giustizia, possiate rispondere quanto prima ai nostri dubbi.
Distinti saluti
Associazione Culturale Pietraserena – Siena