Lega Italica e Sportelli: le strade si dividono

Il gruppo svela anche le proprie scelte per il ballottaggio

Luca Vannocci,

SIENA. Il Gruppo “Lega Italica Città di Siena” ringrazia la lista “Sena Civitas” e l’Avv. Massimo Sportelli per averci permesso di intraprendere un percorso comune per arrivare alla guida della nostra città. Purtroppo i risultati delle urne non ci hanno permesso di andare al ballottaggio e quindi, dopo una leale discussione sulla strada da intraprendere al momento del ballottaggio, siamo giunti a decisioni che ci portano su percorsi differenti, pertanto riteniamo conclusa la bella esperienza che fin qui abbiamo potuto percorrere insieme.

Il Gruppo “Lega Italica – Città di Siena annuncia la sua scelta.

Il candidato civico a sindaco di Siena del centrodestra De Mossi si è ritrovato nella manifestazione del 16 u.s. in comunione ed unione di spirito con il candidato a Sindaco di Siena del centrosinistra Valentini in nome dei diritti dei gay; poco importa per il De Mossi che i manifestanti apertamente e pesantemente abbiano inveito contro il Ministro degli Interni Salvini tanto che, in nome di un civismo politico ingrato, non ha speso una sola parola di condanna. Ma tanto sappiamo che tale civismo è dominato ancora dal Mussari – vedi amici della Birreria – quindi non ci stupiamo.

La lista civica del candidato a sindaco Valentini ha incassato l’apparentamento da parte di quella di Pierluigi Piccini tanto che i due civici di area progressista hanno messo in minoranza il PD e questo è la più grossa novità sullo scenario politico senese.

Da qui, per il Gruppo Lega Italica – Città di Siena, nasce l’intento di fare la propria scelta coerentemente a quanto sin qui espresso pubblicamente. Mai con un De Mossi che ha del mondo della tradizione solo il nome di “Centrodestra” e mai con il PD forza politica con grosse responsabilità del disastro cittadino e nazionale. Si al civismo di Pierluigi Piccini soprattutto in vista di una governabilità palese e sostanziale.