Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

La Festa Pd a Montalcino diventa nazionale. Parlando di Unesco

Dal 14 al 29 agosto, nella maestosa cornice della Fortezza si terranno una serie di attività per un calendario ricco di eventi di respiro nazionale

di Roberto Cappelli

MONTALCINO. Quest’anno l’appuntamento con la Festa Democratica di Montalcino si “colora” di UNESCO e diventa Festa Nazionale per la valorizzazione dei “Beni” Patrimonio Mondiale dell’Umanità.
Dal 14 al 29 agosto, nella maestosa cornice della trecentesca Fortezza di Montalcino, si terranno una serie di attività e di iniziative, per un calendario ricco di eventi, spettacoli, buona cucina e divertimento, con al centro la Politica; nell’occasione sono previsti infatti incontri politici con ospiti, di respiro nazionale oltre che locale. 
“Sulla scia di una tradizione che da oltre 50 anni allieta le estati montalcinesi – come afferma Alessandro Nafi, giovane Coordinatore del Circolo PD di Montalcino – e sui fasti di una Festa, quella di Montalcino, che per anni ha rappresentato una delle migliori feste della Provincia di Siena e della Toscana, quest’anno il Circolo PD di Montalcino, dopo la positiva esperienza del 2010, dove una Festa “rinnovata” sia per il cambio di location che per la proposta, ha visto in soli 9 giorni oltre 6000 presenze e più di 120 volontari coinvolti, riportando questa manifestazione ad alti livelli, ha deciso di intraprendere una nuova sfida, dedicando la Festa 2011 ad una realtà che vede Montalcino ed il territorio della Val d’Orcia protagonisti: quella dei Siti italiani Unesco”. 
” Questa Valle – prosegue Nafi – dopo un percorso iniziato nei primi anni 80 dai Comuni di Pienza e Montalcino e subito condiviso anche dai Comuni di Castiglione d’Orcia, San Quirico d’Orcia e Radicofani, che ha portato alla nascita del Parco Artistico Naturale e Culturale della Val d’Orcia, nel 2004, grazie alle attività di valorizzazione del territorio promosse dall’ente Parco ed al supporto dell’istituzione provinciale e regionale, ha ricevuto dall’UNESCO il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell’Umanità. La nostra Festa si vuole collocare in quest’ottica, andando a stimolare e proporre delle tematiche non riconducibili al solo contesto locale, ma di interesse nazionale con al centro la valorizzazione del patrimonio naturale e culturale, del potenziale attrattivo e produttivo dei Siti Unesco, per farne luogo d’incontro, fucina d’idee, motore di sviluppo: una Festa, quindi, per riflettere e discutere sul ruolo dei Siti Unesco in Italia come volano per l’economia e lo sviluppo del territorio, passando attraverso il tema della rivitalizzazione. Discutere e confrontarsi su questi argomenti significa, a nostro parere, tentare, anche ricercando la massima intesa e partecipazione tra pubblico e privato, di contribuire con le proposte del PD e di quanti vogliano parteciparvi, a mettere in campo varie sinergie capaci di concorrere positivamente per uscire dalla pericolosa crisi economica e di valori da tempo in atto”.
“La Festa 2011 rappresenta inoltre lo spartiacque in vista delle elezioni comunali del 2012 – afferma Nafi – un appuntamento importante che vedrà il Circolo di Montalcino impegnato “per Montalcino e con Montalcino”: la Festa quindi anche come luogo di confronto e di ascolto con l’obiettivo di raccogliere le opinioni dei cittadini ilcinesi e trasformarle in proposte da inserire nel programma del PD in vista delle elezioni comunali del 2012; all’interno della Festa sarà, infatti, allestito uno spazio in cui i cittadini, compilando un questionario, potranno partecipare alla stesura del progetto che disegnerà la Montalcino del futuro”.
“Abbiamo ancora vivo in mente il successo del Referendum e le piazze piene di gente di Milano, Napoli, Torino e Bologna – conclude Nafi -dove in molti si sono ritrovati per festeggiare un successo ritenuto dai più impossibile da conquistare. Questo risultato rafforza il centrosinistra italiano, ma soprattutto la fiducia di tutti quelli che credono in un’alternativa ad una politica basata sull’individualismo e gli interessi di parte. In queste persone posiamo riconoscere lo stesso orgoglio, senso di appartenenza, passione e impegno disinteressato che anima i volontari delle nostre Feste. Un ringraziamento va quindi a tutti i volontari del PD e a tutti voi che vorrete passare una serata con noi…Vi aspettiamo e Buona Festa a tutti!!!”.