Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Fruendo: la posizione di Emanuela Anichini, segretario generale Cisl Siena

"Si rende necessario che vengano individuate le garanzie occupazionali sul nostro territorio, garanzie omnicomprensive di tutto il personale attualmente operativo"

SIENA.  La CISL di Siena intende prendere posizione, la più equidistante possibile, sulla tormentata vicenda “FRUENDO” che ha visto il suo culmine proprio in questi giorni. Senza assolutamente addentrarci nelle dinamiche tecnico giuridiche né tantomeno ripercorrere a ritroso (in negativo ed in positivo) quanto successo in questi anni, ci preme oggi sottolineare l’importanza di pochi concetti nell’ottica sia di rilanciare “la nuova Azienda” che ribadire l’essenza dell’unità sindacale confederale.

Pertanto, si rende assolutamente necessario che vengano individuate le garanzie occupazionali sul nostro territorio, garanzie omnicomprensive di tutto il personale attualmente operativo, neoassunti compresi, per non disperdere professionalità e per offrire un futuro ai nostri giovani, che sempre più spesso stentano ad integrarsi nel mondo del lavoro se non con contratti precari e scarsamente retribuiti.

Alla luce di queste semplici considerazioni un appello serio e sentito a tutti i nostri compagni di viaggio affinché si plachino sterili polemiche; non è certo questo il momento storico e sociale per cercare di primeggiare ma è sicuramente più serio ed importante, mantenere una linea politica e comportamentale che tenga tutti uniti a salvaguardia dei nostri principi confederali.

L’auspicio finale è, dunque, che la nuova proprietà si impegni fin da subito a redigere un Piano Industriale teso anche a valorizzare le risorse umane presenti in Azienda e che miri ad investire convintamente sul nostro territorio in termini di miglioramento della qualità del servizio accompagnato da una crescita, ci auguriamo, dei livelli occupazionali.

                                                                    

IL SEGRETARIO GENERALE

Emanuela Anichini