Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Fratelli d’Italia si è confrontata sui Beni Culturali

L'incontro si è tenuto sabato scorso, 15 febbraio, a Palazzo Patrizi

SIENA. Sabato 15 febbraio a Palazzo Patrizi il gruppo consiliare di FdI ha incontrato esperti e Cittadini per una iniziativa sui Beni Culturali, in apertura della campagnia elettorale delle prossime elezioni regionali. Sotto la regia sapiente del capogruppo Alessandra Bagnoli, che in apertura ha ricordato la necessità di dare un degno posto ai temi culturali nell’agenda elettorale prima e di governo poi, si sono succeduti gli interventi, di grande qualità.

Enrico Tucci ha ribadito l’urgenza di un radicale cambio di passo delle politiche culturali regionali, privilegiando il merito, al contrario di quanto affermato in una recente sconcertante intervista dall’assessora Barni, ponendo
l’accento sul recupero delle Mura e del Santa Maria della Scala.
Lorenzo Rosso con passione ha ricordato la bellezza di tutto il nostro territorio, da esaltare, ma non da sfruttare, in accordo con la Soprintendenza.

Alessia Pannone ha giustamente posto l’accento sulle contraddizioni tra la normativa nazionale e quella regionale e ricordato come la cultura possa essere motore di sviluppo ed occupazione. Concetto ripreso anche da Franco Vaselli che ha ricordato l’opera della Fondazione MPS a sostegno di due grandi realtà culturali
cittadine come Siena Jazz e l’Accademia Chigiana e ribadito l’intento della Fondazione di collaborare al lancio di iniziative capaci poi di sostenersi da sole generando utili e posti di lavoro.

In conclusione Mario Ascheri, da par suo, ha analizzato a tutto tondo il concetto di bene culturale, caldeggiando una politica culturale bipartisan, capace di mitigare le disuguaglianze territoriali, valorizzare le tante
sorgenti termali e i numerosi interessanti percorsi diversi dalla abusata Francigena, proponendo come strumento operativo la costituzione di un Osservatorio Regionale capace di stabilire priorità ed importanza degli interventi. Dopo una ultima chiosa dell’assessore Michelotti che ha ribadito l’impegno della amministrazione comunale per il recupero dei grandi contenitori del centro storico, il convegno si è chiuso con la soddisfazione dei presenti per il cospicuo corpus di idee da portare al tavolo programmatico regionale.