Corsi, Bianchini e Falorni: “Il centrodestra non va escluso”

"Restiamo civici e vogliamo cambiare al storia della nostra città"

SIENA. Da Andrea Corsi, Marco Falorni e Massimo Bianchini riceviamo e pubblichiamo.

“Le notizie politiche ed elettorali di questi giorni confermano che la nostra scelta di non escludere a priori il rapporto con i partiti di centrodestra non era poi così bizzarra.

Confermiamo che siamo e restiamo civici, così come il candidato a sindaco che sosteniamo, ma prendiamo atto che il centrodestra toscano ha finalmente rotto gli indugi, smettendo i panni di chi era subalterno al Pd e che, solo per fare un esempio, non è più Verdini da Firenze  a dettare la linea politica.

Chi lo vuole capire, lo capisce. Chi non lo vuole capire, evidentemente, avrà i suoi particolari motivi.

Ognuno ha il proprio obiettivo, e per quanto ci riguarda il nostro è semplicemente quello di provare a vincere e a cambiare la storia della nostra città”.