Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Verde di In Box: concorso per il teatro ragazzi

Primo spettacolo della programmazione con Zaches Teatro che porta in scena una trasposizione di Cappuccetto Rosso attraverso la danza, il teatro di figura e la musica

SIENA. Inizia oggi, martedì 21 maggio, il concorso riservato alla sezione Verde di In Box, dedicata al teatro ragazzi.

La sezione si avvale delle partnership con i consorzi nazionali del riciclo Ricrea e Corepla per il progetto Green Box che permetterà a quasi un migliaio di alunni delle scuole primarie della provincia di Siena (accompagnati dagli autobus messi a disposizione da Tiemme) di prendere parte agli spettacoli finalisti.

Nato a Siena nel 2009 In-Box riunisce in rete oltre 60 soggetti su tutto il territorio nazionale, ha accolto in 11 anni 3151 candidature, ha premiato complessivamente 47 compagnie e distribuito un ammontare di 366 repliche ufficiali con circa € 400.000 di cachet per gli artisti. È questa, infatti, l’originalità del progetto, che va ad agire concretamente nell’ambito della circuitazione degli spettacoli, carenza cronica del sistema italiano, con un’azione multipla di talent scouting, di sostegno alla precaria dimensione professionale dello spettacolo dal vivo e di audience development; le compagnie selezionate durante In-Box dal Vivo, infatti, si divideranno le repliche in palio e così porteranno durante la stagione successiva i loro spettacoli nei teatri dei partner delle due reti, raggiungendo migliaia di spettatori. Il “marchio di qualità” In-Box crea inoltre un indotto: repliche di spettacoli acquistate da altri teatri, oltre a quelle messe a bando dal progetto.

In-Box dal Vivo è inoltre inserito all’interno del Festival Siena Città Aperta ai Giovani, il cartellone di appuntamenti promosso dall’assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Siena, Fondazione MPS, Università degli Studi di Siena e Università per Stranieri di Siena, con il supporto di Vernice Progetti Culturali.

Primo spettacolo della programmazione (ore 9.30, Teatro dei Rozzi) con Zaches Teatro che porta in scena una trasposizione di CAPPUCCETTO ROSSO attraverso i linguaggi della danza, del teatro di figura e della musica, grazie ai quali il bosco, luogo di mistero e fascino, permette la disubbidienza. Lontano dagli occhi materni, infatti, i bambini trasgredendo affrontano le proprie paure, perché coraggioso non è chi non ha paura, ma chi decide di non sottrarre il proprio sguardo davanti ad essa. La compagnia, nata a Firenze nel 2007, muovendosi nel connubio tra la danza contemporanea, i mezzi espressivi del teatro di figura, l’uso della maschera, il rapporto tra movimenti plastici e musica/suono elettronico dal vivo ha lavorato con numerose coproduzioni internazionali che le hanno consentito di vincere diversi premi tra cui per il Miglior Spettacolo d’Innovazione e Miglior Musica Originale all’International Puppet Theatre Festival di Ekaterininburg 2010 (Russia) e il premio di produzione Prospettiva Danza Teatro 2010 di Padova.

Alle 11.30, al Teatro del Costone, A NASO IN ARIA di Schedìa Teatro, presenta un punto di vista, poetico e dolcissimo, sulla città da parte di uomo e di una donna, seduti su una panchina nel parco. Solo questione di tempo e presto si aprono scenari inediti, nello scorrere delle stagioni che scandisce il respiro della città, e si diventa capaci di andare oltre, di immaginare spazi nuovi e desiderati, incredibili luoghi della mente.

La programmazione riprende nel pomeriggio (ore 14,30, Teatro dei Rozzi) con lo spettacolo, vincitore del premio Scenario Infanzia 2018, STORTO di InQuanto Teatro, collettivo artistico fiorentino che si occupa di teatro, danza, performance, didattica dell’arte e arte relazionale, messosi in luce fin dalle sue prime produzioni teatrali con riconoscimenti come la Menzione Speciale della Giuria del premio Scenario 2011. “Storto”, rivolto a un pubblico fra i 13 e i 18 anni, è una graphic novel teatrale spietata e pop, ricerca di una lingua capace di raccontare la diversità e il conflitto ma, soprattutto, è uno spettacolo che parla di barriere e di modi per superarle. All’origine di questo spettacolo c’è “Mongoloide”, testo autobiografico della giovane Matilde Piran, che mette sulla pagina la difficoltà di rapportarsi con la disabilità del fratellino, appena nato, affetto da sindrome di Down. Il racconto autobiografico affronta con ironia e semplicità tutti i passaggi di un’accettazione che non riguarda mai solo l’altro, ma anche se stessi: un processo lungo e doloroso, continuamente messo alla prova dall’incomprensione degli altri.

 

Per informazioni telefonare al 371 1618585 oppure inviare una mail a info@straligut.it

Altre info su www.inboxproject.it e info@inboxproject.it

 

21 MAGGIO (IN-BOX VERDE)

 

9.30 CAPPUCCETTO ROSSO | Zaches Teatro (Toscana) | Teatro dei Rozzi

10.15 La compagnia incontra il pubblico

 

11.30 A NASO IN ARIA | Schedìa Teatro (Lombardia) | Teatro del Costone

12.30 La compagnia incontra il pubblico

 

14.30 STORTO | InQuanto Teatro  (Toscana) | Teatro dei Rozzi

15.30 La compagnia incontra il pubblico

 

In-Box dal Vivo è un progetto di Straligut Teatro, sostenuto dal Comune di Siena, dalla Regione Toscana, dal Ministero per i beni e le attività culturali e dalla Fondazione Toscana Spettacolo Onlus. In collaborazione con Università degli Studi di Siena, uSiena Campus e Dsu Toscana. Main sponsor Ricrea e Corepla, sponsor Tiemme e Zurich Securitas di Trisciani e Bonucci, media partner Puglia Off, partner tecnico Dodo. Straligut è un residenza artistica riconosciuta dalla Regione Toscana e fa parte di R.A.T., coordinamento delle residenze toscane.