“Un OP di nome San Niccolò”

Storia e memorie della psichiatria senese a 40 anni dalla legge Basaglia

SIENA. Nei pomeriggi del 20 e 21 settembre, a partire dalle ore 15, presso la sede delle Stanze della Memoria (via Malavolti 9, Siena) si terrà il convegno: Un OP di nome San Niccolò. Storia e memorie della psichiatria senese a 40 anni dalla legge Basaglia, per ricostruire la storia locale della Legge 180, che abolì il manicomio come struttura chiusa.

Il convegno si svolge in occasione dei 40 anni della legge Basaglia, ma nel quadro del settantesimo della Costituzione Italiana, nella convinzione che la legge 180 abbia restituito ai ricoverati una cittadinanza negata. I temi della diversità e della sofferenza psichica sono ancora all’ordine del giorno della nostra società, in modo cambiato e con una maggiore consapevolezza e pratica dei diritti, ma ancora spesso in modo drammatico. Il convegno cerca di stabilire le basi di conoscenza dei fattori che portarono al grave ritardo nella chiusura dell’OP San Niccolò, dei conflitti che caratterizzarono l’applicazione della legge, delle storie di dolore e di rifiuto ma anche di accoglienza e di riorganizzazione, ancora testimoniabili dai protagonisti. Nella prospettiva di una società locale impegnata nella tutela della salute, nella accoglienza, nel rispetto dei diritti della diversità. Le relazioni saranno svolte da storici, psichiatri, archivisti, esperti e testimoni della esperienza del San Niccolò negli ultima cinquanta anni.

Il convegno rientra nel calendario di eventi dedicati alla Memoria dei 200 anni del San Niccolò, promossi dall’Università di Siena, Comune di Siena e Azienda USL Toscana Sud Est.