Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Terra Betinga e la Voce delle Muse aprono “Musica senensis”

L’appuntamento è per sabato 18 maggio alle ore 17.30 presso la Chiesa di San Martino

SIENA. Sabato 18 maggio alle ore 17.30 la Chiesa di San Martino di Siena ospiterà il concerto inaugurale del festival “Musica Senensis”, che vedrà protagonisti il Coro polifonico Terra Betinga e l’Ensemble vocale La voce delle Muse diretti da Paolo Pacini. In programma musiche di Bruckner, Mozart, Schubert, Fauré, Viadana e Banchieri.

Il Festival “Musica Senensis”, organizzato dal Coro Agostino Agazzari per la direzione artistica di Cesare Mancini, è una rassegna concertistica che ha come scopo la valorizzazione di luoghi, strumenti, musiche e musicisti senesi.

Il format del Festival è assolutamente originale nel quadro della produzione culturale non solo senese, ma anche italiana. Mantenendo una grande unità di programmazione, un filo conduttore molto definito, consente al tempo stesso una grande varietà di soluzioni, permettendo di andare alla scoperta di luoghi spesso anche insoliti, custodi di tesori musicali che vengono valorizzati dai concerti: solo a titolo di esempio, una chiesa con un pregevole organo antico, oppure un luogo dove è nato o ha operato un musicista da riscoprire, oppure ancora una splendida sede naturale dove raggiungere l’ideale connubio musica-paesaggio.

Oltre che valorizzare il territorio senese, Musica Senensis è al tempo stesso un festival internazionale aperto alle maggiori realtà musicali di oggi. Fin dalla sua prima edizione il suo ricco cartellone ha presentato artisti e complessi provenienti da varie sedi della Toscana, come del Nord e del Sud Italia, come da Paesi quali Germania, Francia, Olanda, Austria, Cile.

Il Coro polifonico Terra Betinga nasce nell’anno 2000 come laboratorio di esperienza corale, organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Agliana  (Pistoia).

Nell’anno 2013 si trasforma in “Associazione Coro Polifonico Terra Betinga” che, oltre a sostenere l’attività corale del Coro Polifonico Terra Betinga, dà vita, nei territori di Agliana e Quarrata, ai due cori “Voci Bianche Terra Betinga” ed istituisce i corsi di canto per bambini ed adulti; inoltre, dal medesimo anno organizza iniziative finalizzate a promuovere la cultura corale in ambito scolare attraverso vari progetti: “La scuola… in coro” in collaborazione con Unicoop Firenze sezione soci Agliana e Quarrata; “Crescere in coro” in collaborazione con gli Istituti comprensivi di Agliana e Quarrata;  “Alternanza scuola/lavoro” in collaborazione  con il Liceo Niccolò Forteguerri di Pistoia. 

 Molti si chiedono il perché di un nome così particolare, “Terra Bettinga”: si tratta di un omaggio alle radici più profonde del territorio che già in un manoscritto dell’XI secolo – conservato all’Archivio Vescovile di Pistoia – definisce “Terra Betinga” un possedimento nell’attuale area del Comune di Agliana.

Il repertorio, che spazia dalla polifonia rinascimentale ai brani di autori contemporanei, viene preparato dando molta importanza all’ascolto e all’analisi musicale preliminare dei vari brani ai quali seguono, successivamente, le prove di sezione e d’insieme.

L’Associazione culturale “La Voce delle Muse”, fondata nel 2008, è composta da membri con esperienze musicali ed età diverse, accomunati dall’interesse verso i repertori rinascimentale e del primo barocco,  sia di genere sacro che profano. Ispirandosi alla tradizione vocale del bel canto italiano, dove i fraseggi lineari e la parola sono posti al centro dell’idea interpretativa, l’ensemble La Voce delle Muse cerca di entrare in empatia con le corde più sensibili dell’ascoltatore attraverso la ricerca di un’interpretazione che vede la musica “ancella della poesia”, ovvero la musica come strumento per amplificare i concetti e gli affetti presenti nel testo.

L’ingresso al concerto è libero.