Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto
Skyscraper 1
Skyscraper 2

Talenti Chigiani alla Micat in Vertice con il Quartetto Gyldfeldt

Il concerto è dedicato all’Europa centro-settentrionale con autori quali Mendelssohn, Janáček e Grieg

SIENA. Talenti Chigiani protagonisti alla Micat in Vertice. Lo speciale filone della stagione concertistica invernale dell’Accademia Chigiana di Siena, dedicato ai migliori allievi dei suoi celebri corsi di perfezionamento musicale, propone venerdì 22 febbraio alle ore 21 nel Salone dei concerti di Palazzo Chigi Saracini (a Siena in via di Città 89) un concerto del Quartetto Gyldfeldt, un’agguerritissima formazione tedesca che ha studiato nella classe tenuta da Günter Pichler. La Micat in Vertice si conferma così un trampolino di lancio esclusivo per i giovani allievi dell’Accademia, destinati a occupare i primi posti della scena musicale del futuro. Il concerto, sostenuto dal Professor Nicola Carretti, è realizzato in collaborazione con l’Associazione le Dimore del Quartetto.

L’omogeneo programma è dedicato alla grande musica da camera dei Paesi dell’Europa centro-settentrionale. Si parte con il pieno romanticismo tedesco dei Quattro Pezzi op. 81 di Mendelssohn, una raccolta di brani tra loro indipendenti scoperti solo dopo la morte dell’autore e pubblicati nel 1850. Si prosegue con il Quartetto n. 1 del moravo Janáček, scritto nel 1923 e proiettato ormai in una prospettiva novecentesca, basandosi su un tipo di scrittura adottato si basa non già sui classici procedimenti di elaborazione tematica, ma sulla ripetizione, continuamente variata, arricchita, intrecciata fra gli strumenti, di un materiale tematico aforistico e frammentario, dal carattere popolare. Il conclusivo Quartetto in sol minore op. 27 di Grieg ci porta all’estremo nord, la Norvegia di Bergen, città natale dell’autore, che comunque fu ampiamente conosciuto e apprezzato in Germania, dove peraltro, a Colonia, la pagina ebbe la sua prima esecuzione nel 1878.

Il Quartetto Gyldfeldt è stato fondato nel 2016. I suoi membri si sono perfezionati principalmente con Frank Reinecke (Vogler Quartet) e Günter Pichler (ex Alban Berg Quartet), oltre che con Eberhard Feltz, Norman Fischer (Concord String Quartet), Yves Sandos (Amaryllis Quartet), Dirk Mommerz (Fauré Quartet) e con tutti i membri del Vogler Quartet. Inoltre, hanno partecipato a masterclass dell’International Chamber Music Campus di Jeunesses Musicales Germany, della ProQuartet di Parigi e dell’Accademia Musicale Chigiana di Siena, con Günter Pichler. Dal 2017, il Quartetto beneficia della borsa di studio Yehudi Menuhin Live Music Now.

Il Quartetto Gyldfeldt ha tenuto concerti in Germania e a Dalarna (Svezia), Feusisberg (Svizzera), Parigi e Siena. L’ensemble ha suonato in festival come il Musiksommer am Zürichsee in Svizzera, il Festival Mecklenburg-Vorpommern di Berlino ed il Kurt Weill Fest di Dessau. Nel settembre 2017, i musicisti si sono esibiti presso la Duncan Recital Hall di Houston (Texas) grazie alla loro partecipazione al programma exchange intrapreso dalle scuole di musica di Lipsia e Houston.

Da ottobre 2018, il quartetto studia con Günter Pichler presso la Escuela de Música Reina Sofía di Madrid, e nello stesso mese è stato selezionato da Simone Gramaglia per entrare a fare parte della rete de Le Dimore del Quartetto.

I biglietti (primi posti intero 25 euro, primi posti ridotto 20 euro; ingresso intero 18 euro, ingressso ridotto 10 euro) possono essere acquistati il 21 febbraio dalle ore 16 alle ore 18.30 e il giorno del concerto dalle ore 19 presso la biglietteria del Palazzo Chigi Saracini (a Siena in via di Città 89). Possono essere acquistati anche online al sito www.chigiana.it fino alle ore 12 del 22 febbraio (oppure, con sovrapprezzo, sul portale Ticketone.it anche presso i rivenditori autorizzati).

Prenotazioni dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30 al numero telefonico 333.9385543.