Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Premio Pia de’ Tolomei a Susan Sarandon

In arrivo anceh Giuliana Lojodice

di Annalisa Coppolaro

SIENA. Maria Pia Corbelli ha fatto centro di nuovo ed ha portato un altro Premio Oscar a Siena. La lista adesso è lunga, ma certamente, dopo lo splendido Colin Firth, l’arrivo di Susan Sarandon ieri ha dimostrato, insieme ad un programma strepitoso di prime europee e mondiali, che il Terra di Siena Film Festival, presentato alla Mostra del Cinema di Venezia e due giorni fa a Roma, è ormai sicuramente da tempo nell’olimpo dei grandi premi cinematografici non soltanto italiani. Susan Sarandon, affascinante e raffinata in abito a pelle nero con settori see-through, ha attraversato la Sala Duccio di Buoninsegna ieri alle 17.30 in punto come da programma ed ha ricevuto con gratitudine il Primo Premio Pia de’Tolomei ‘’per il suo impegno sul versante delle donne – ha detto Alessandra Navarri, presidente di Antigone Donne e Lavoro. “ La popolarità diviene strumento per dare visibilità ad un status quo del femminile e anche questo ci dice il valore di questa donna che non avrebbe bisogno alcuno di spingersi su questo terreno”, si legge nella motivazione del premio.- E per favore nessun clichè sul femminismo. La posta in giuoco è un’altra: creare condizioni vere perchè le donne al pari degli uomini possano essere chi sono senza dover arrivare ad essere escluse o uccise nel corpo e nell’anima per poterlo fare.” Il Premio Pia de’Tolomei insomma, deve servire a ‘’non perdere questa rotta e questo fine’’. Susan Sarandon, protagonista vent’anni fa del film Thelma e Louise per cui ha ottenuto una nomination all’Oscar, non ha mai abbandonato questo ruolo di portavoce per le donne che non possono parlare, ma, come ha ricordato ieri alla conferenza stampa, non vuol essere definita una femminista bensì una umanista. ‘’Abbiamo fatto questo film non contro gli uomini ma insieme agli uomini – ha sottolineato Susan Sarandon – Tocca a noi educare I figli perchè divengano uomini migliori. Il film Thelma and Louise lancia un importante messaggio: se ti trovi in una situazione di stallo non devi adagiarti ma devi lottare per uscirne. Moltissime delle lettere che ricevemmo con congratulazioni dopo il film vennero proprio dagli uomini, e questo ci ha fatto molto piacere “.

Molto glamour nella sala Duccio di Buoninsegna intorno a Maria Pia Corbelli e a Susan Sarandon, che ha firmato autografi, ricevuto rose rosse e posato per fotografie con I moltissimi fan intervenuti. La proiezione successiva del film restaurato Thelma and Louise ha coinvolto la fitta platea, che oggi sicuramente interverrà in massa alle ben cinque proiezioni di prime internazionali come il film La strada verso casa di Samuele Rossi, molto atteso, (ore 20.30) e alla proiezione di Buonasera Aroldo Buonasera Giuliana, su Aroldo Tieri e Giuliana Lojodice, che sarà presente in sala questo pomeriggio alle ore 17. Alle 22.30 Il cacciatore di Anatre di Egidio Veronesi. Molti gli attori e I registi presenti a tutte le proiezioni, assolutamente da non perdere, tutte a ingresso gratuito fino a esaurimento posti nella sala dell’Hotel Excelsior in Piazza la Lizza n.1. Il premio continua con sei proiezioni al giorno in media fino a martedì sera, poi mercoledì sera la premiazione dei film vincitori di questa XV edizione alle 19.30 presso il Palazzo della Chigiana in via di Città.