Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Odifreddi: “Media mediocri fra informazione e disinformazione”

Le riflessioni del matematico nel corso di un incontro nella Chiocciola

SIENA. Ieri pomeriggio (sabato 6 aprile) in una sala delle Vittorie affollata un pubblico attento e partecipe ha seguito l’intervento di Piergiorgio Odifreddi, che, introdotto dal priore Maurizio Tuliani, ha parlato di “Media mediocri fra informazione e disinformazione” offrendo un’attualissima riflessione sui mezzi di comunicazione di massa.

Il pomeriggio è stato aperto dalle note del flauto di Mattia Scandurra, dell’Istituto superiore di studi musicali “Rinaldo Franci” di Siena che ha eseguito la “Fantasia per flauto solo” di Georg Philipp Telemann.

Quindi Odifreddi ha introdotto il significato della parola media, analizzando come sempre più spesso il mezzi di informazione siano diventati mezzi di “distrazione di massa.”

Perso progressivamente il ruolo di medium ovvero di mediatore, il giornalista invece di offrire strumenti per leggere fatti, diventa esso stesso notizia, oggetto della comunicazione. E così, il giornalista più richiesto non è quello che trova le notizie ma quello che muove “l’’audience”, che riesce ad essere prima di tutto un “influencer”. Odifreddi non ha mancato di sottolineare come questo investa anche la qualità dell’informazione che, penalizzata dalla ricerca dello scoop ad ogni costo, arriva alla costruzione di notizie “verosimili” che spostano la realtà dei fatti su un piano di narrazione talvolta estremizzata, spettacolarizzata, lontana dal reale. Giornali, trasmissioni televisive, canali social, sono strumenti che fabbricano consenso e che definiscono ciò che è da ritenersi “politicamente corretto”: ecco perché, secondo il matematico, i media sono il “quarto potere”.

 “Overtures” è un appuntamento che nasce nell’ottica di valorizzare il ruolo originario delle contrade come centri di promozione sociale e culturale dove l’idea dell’apertura, del dialogo, del confronto sono fondanti. E il successo di partecipazione premia le intenzioni.