Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

“Narrastorie”: in scena Enzo Iacchetti, Fabrizio Brandi e “Cinaski”

Domani, mercoledì 22 agosto ad Arcidosso (GR) il festival del racconto di strada. E il pomeriggio è tutto per i bambini con i laboratori di Il Soffiasogni e ChissàDove

ARCIDOSSO. A Arcidosso (GR) prosegue “Narrastorie”, il festival del racconto di strada voluto dall’Amministrazione Comunale e organizzato dalla Pro Loco di Arcidosso con il sostegno di Enel Green Power, per la direzione artistica di Simone Cristicchi.

Tanti gli artisti anche DOMANI, mercoledì 22 agosto, arrivano sul Monte Amiata per condividere esperienze e progetti che nascono da percorsi umani e professionali diversi e che hanno come denominatore comune la strada, la parola, lo scambio.

È dedicato ai più piccoli “La natura in un’impronta” la lettura e il laboratorio di impronte fossili sull’argilla a cura de Il Soffiasogni e ChissàDove che alle ore 17.30 si terrà al Parco del pero. La partecipazione è gratuita ma è necessaria la prenotazione (Fabiana 3496002087- Emanuela 3485640409). Gli spettacoli e i laboratori per bambini saranno effettuati anche in caso di pioggia. In questo caso si svolgeranno al chiuso e l’accesso sarà garantito in via prioritaria agli abbonati.

Alle ore 18.00 nella Corte del Castello Fabrizio Brandi presenta “Ci vuole fegato”, un racconto struggente ed ironico, che tratteggia la complessità degli affetti familiari attraverso la storia dei due fratelli Nesi che nel tempo, si incontrano e si allontanano. Divisi da un rancore progressivo, a un certo punto si scoprono estranei, finché un evento inatteso complica tutto, e rompe l’argine che li ha tenuti separati.

Grande attesa per Enzo Iacchetti che alle ore 21.15 in Piazza del teatro propone e la sua “Intervista confidenziale”. È proprio un’intervista il pretesto per dare vita a uno spettacolo di gran cabaret che racconta in versione comica le esperienze di Enzo Iacchetti. Si svelano aneddoti e segreti che aprono una finestra su tutto ciò che esiste dietro al lavoro ed alla carriera di un personaggio famoso e anche il pubblico sarà chiamato a interagire.

La giornata si chiuderà alle ore 22.30, nella Corte del Castello con “Il più bello di tutti” il recitale di Vincenzo Costantino “Cinaski” che anticipa la sua nuova raccolta di poesie. “Cinaski” proporrà letture e assoli verso la frontiera di un nuovo erotismo da marciapiede, dove i sogni si fanno presenza e cercano di morire all’alba mentre la poesia all’alba rientra.

Gli spettacoli della corte del Castello e di Montelaterone sono gratuiti ma su prenotazione fino a esaurimento posti. Per prenotare: Infoline Ufficio Pro Loco 388 8656971.

Gli spettacoli della piazza del Teatro sono a pagamento.

Il costo del biglietto per gli spettacoli a pagamento è di 15 euro; è possibile acquistare l’abbonamento a tutti gli spettacoli al costo di 60 euro.

I biglietti si possono acquistare direttamente presso l’ufficio della Pro Loco, oppure direttamente in Piazza del Teatro a partire dalle ore 20,15.

Infoline Festival Narrastorie 370 345 6494

Ufficio Pro Loco Arcidosso

tel .0564 968084 / cell. 388 8656971 tutti i giorni, festivi compresi, dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 16.00 alle 18.00

Facebook/ Instagram/ Twitter: Narrastorie

Facebook : Proloco Arcidosso 

IL CALENDARIO

Un tuffo nel “mondo di una volta” attraverso la grande poesia romanesca è quanto propone, giovedì 23 agosto, “Da Roma a Roma” lo spettacolo di Ariele Vincenti.

Quindi sarà Giobbe Covatta a raccontare la sua “La divina commediola”. La giornata si chiuderà con Andrea Satta (voce dei Têtes de Bois) e la sua “La fisarmonica verde”.

Venerdì 24 agosto è una lettura tutta femminile della Divina Commedia quella che propone Lucilla Giagnoni con “Voce di donna dalla Commedia di Dante”, mentre sabato 25 agosto Simone Cristicchi sarà in concerto con Gnu Quartet, un eccezionale quartetto composto da Raffaele Rebaudengo (viola), Francesca Rapetti (flauto), Roberto Izzo (violino) e Stefano Cabrera (violoncello).

Il festival affida la sua chiusura a Ginevra di Marco che domenica 26 agosto presenta “La Rubia canta la Negra”, lo spettacolo dedicato al lavoro della grandissima Mercedes Sosa e ai poeti sudamericani che hanno scritto per lei canzoni indimenticabili.