Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Musica e passioni del cinema muto a Montepulciano

Una conferenza in forma musicale con i brani d’atmosfera dei film muti

MONTEPULCIANO. Una conferenza-recital per ascoltare dal vivo alcuni degli oltre 500 brani raccolti nel fondo dell’Universität Wien che custodisce musiche d’atmosfera per il cinema muto: è L’uomo visibile – musica e passioni nel cinema muto che martedì 23 luglio sarà al centro del 44° Cantiere Internazionale d’Arte a partire dalle 21.30 nel Cortile della Fortezza di Montepulciano (via di San Donato). Francesco Finocchiaro dell’Istituto di Musicologia dell’Università di Vienna presenterà il progetto di ricerca applicata da lui stesso diretto che compendia le collezioni musicali per situazioni filmiche standard. Insieme a lui, Julie Brown della Royal Holloway University of London, Elisabeth Trautwein-Heyman e gli interventi musicali eseguiti da un ensemble di undici strumentisti. Sempre alle 21.30 alla Chiesa della Compagnia di Castelmuzio (piazza della Pieve) andrà in scena la pièce musicale La goccia e il fuoco sull’amore tra Chopin e George Sand, diretto da Laura Fatini.

L’uomo visibile, conferenza a tre voci in italiano, inglese e tedesco, sarà intervallata da incursioni musicali che accompagneranno dal vivo sequenze cinematografiche tratte dai classici film muti europeo. Si tratta di spartiti editati in Europa a partire dagli anni Venti, come precisa Francesco Finocchiaro: “Nei primi due decenni del Novecento, gli accompagnamenti musicali delle proiezioni cinematografiche erano principalmente collage di musiche preesistenti, tratte liberamente dal repertorio operistico e sinfonico. A partire dal secondo decennio del Novecento, i maggiori editori europei ed americani iniziarono a pubblicare e distribuire appositi repertori di musiche d’atmosfera”.

Un numero significativo di tali repertori è stato raccolto in un fondo nell’àmbito del progetto di ricerca Film music as a problem in german print journalism (1907–1930) che contiene oltre 500 set di parti orchestrali, provenienti dalle più importanti collezioni di musiche d’atmosfera tedesche, inglesi e americane. Da Giuseppe Becce a Werner Richard Heymann, da Albert Ketèlbey a Otto Kalbe, alcuni tra i brani del fondo saranno eseguiti nel corso del recital nel Cortile della Fortezza.

Sempre alle 21.30, ma a Castelmuzio, all’interno della Chiesa della Compagnia, dopo il debutto al Cantiere dello scorso sabato, torna in scena il monologo in musica La goccia e il fuoco, la storia d’amore tra Fryderyk Chopin, George Sand e l’arte, diretta da Laura Fatini, da un’idea di Luciano Garosi, con l’interpretazione di Maria Pina Ruiu e Giovanni Fabiani al pianoforte.

Il Cantiere prosegue fino al 28 luglio 2019, con 47 eventi in otto comuni tra Montepulciano e la Valdichiana, con il sostegno di MiBAC, Regione Toscana, Comune di Montepulciano e Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano.