Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Mauro Biani presenta al Politeama “La banalità del ma”

Sabato 12 ottobre alle 17.30. Incontro ideato e curato dall’Associazione “La Scintilla”

POGGIBONSI.  Con Mauro Biani, uno dei maggiori vignettisti e illustratori italiani, inizia sabato 12 ottobre alle 17.30 presso la sala SET del Teatro Politeama ciclo di incontri autunnali della “Scintilla”. La banalità del ma, edito da People pochi mesi fa, è una geniale, commovente e dolorosa  interrogazione per immagini e parole sulla cultura della violenza e dell’indifferenza, sempre più invasiva e ferocemente esibita.

A conversare con l’autore Alessandro Fo, Valentina Serafini e Dario Ceccherini
L’incontro è ideato e organizzato dall’Associazione “La Scintilla”, con il patrocinio del Comune di Poggibonsi e la collaborazione di Olivia Libreria Bistrot di Poggibonsi.

L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti. Per informazioni: lascintilla.associazione@gmail.com

Il libro
“Come siamo diventati così miserabili? Come ha fatto un popolo di migranti, di persone costrette a fuggire a milioni dalla fame, dalla povertà, dalla guerra, o semplicemente di persone alla ricerca di migliori opportunità, a diventare così cinicamente insensibile, quando non apertamente ostile e rancoroso, nei confronti di chi sta subendo oggi un destino persino peggiore di quello dei nostri antenati? Le migrazioni, il razzismo, la paura, la violenza. Questi anni di grande transizione sembrano aver trasformato in normale, persino banale, ciò che solo pochi anni fa avremmo trovato folle, orrendo”.
La matita di Mauro Biani, affilata e poetica, amara e ironica, racconta questo mutamento in “La banalità del ma”, con la sua satira che, senza mai ergersi a giudice, non fa sconti a nessuno. Scorrendo la raccolta delle migliori vignette di Mauro Biani degli ultimi tre anni, accompagnata da inediti di grande impatto, si nota come non sia stato un cambiamento repentino, ma un lento e progressivo scivolamento verso la parte peggiore di noi.

L’autore
Mauro Biani è vignettista, illustratore, scultore. È inoltre educatore professionale con ragazzi diversamente abili mentali, presso un centro specializzato. È disegnatore satirico per “Repubblica” ed  Espresso dopo esserlo stato per sette anni del “Manifesto”; collabora con “i Siciliani“e”Azione Nonviolenta“,“Courrier International”, “Der Spiegel”, “Le Monde”.
Nel 2007 ha ricevuto il premio Satira Forte dei Marmi. Ha inoltre vinto il concorso Una vignetta per l’Europa nel 2011, organizzato dalla Rappresentanza in Italia della Commissione Europea, e nel 2012 a Sansepolcro (Arezzo) ha ricevuto il Premio Nazionale Nonviolenza.
I suoi libri sono Come una specie di sorriso (Stampa Alternativa, 2009), Chi semina racconta. Sussidiario di resistenza sociale (Edizioni Altrinformazione, 2012), Tracce migranti (Edizioni Altrinformazione, 2015) e La banalità del ma (People, 2019).