Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto
Skyscraper 1
Skyscraper 2

Livia Mazzanti all’organo della Cattedrale chiude il Festival “For Organs”

Appuntamento sabato 16 novembre alle 21, con un programma estremamente vario che spazia dal Barocco di Pasquini e Zipoli fino alla modernità di Nino Rota e Mauricio Kagel

SIENA.  Sabato 16 novembre alle ore 21 nella Cattedrale di Siena l’organista Livia Mazzanti chiuderà il festival “For Organs” organizzato dall’Accademia Chigiana di Siena in collaborazione con l’Opera della Metropolitana di Siena e l’Arcidiocesi di Siena, Colle Val d’Elsa e Montalcino.

L’artista romana proporrà un programma che spazierà dal Barocco di autori quali Pasquini e Zipoli fino alla contemporaneità di Nino Rota, Mauricio Kagel o Roman vlad.

Organista dall’ampio orizzonte interpretativo, dal Rinascimento ai giorni nostri, Livia Mazzanti è anche improvvisatrice, arte trasmessale da Giacinto Scelsi a Roma, quindi da Jean Guillou, col quale si è a lungo perfezionata a Parigi.

Le sue incisioni di opere di Schoenberg, Busoni, Hindemith, Scelsi, Guillou, e la riscoperta in prima mondiale delle Integrali organistiche di Rota e Castelnuovo-Tedesco, sono considerate di riferimento; ha inciso per Fonè, Rca Victor/BMG France, Philips Classic, Argos, Stradivarius, Aeolus, Continuo.

I suoi concerti l’hanno condotta ovunque in Europa (ospite di stagioni prestigiose quali il Festival di Bath, l’Europalia di Bruxelles, il Festival d’Orgue de Saint-Eustache a Parigi, la Sagra Musicale Umbra, il festival organistico della Philharmonie di Berlino), negli Stati Uniti, in Sud America, in Medio Oriente. Dal 1995 dirige a Roma il festival internazionale MUSICOMETA, da lei creato, e collabora con la Christuskirche.

Livia Mazzanti è dedicataria di brani per organo da parte di compositori attuali, e ha interagito a più riprese col mondo dell’arte contemporanea.

 

 

L’ingresso è libero.