Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

L’eco dell’arte nella galleria di DIDEE

di Alessandra Siotto
SIENA. "Le opere raccolte nella mostra 'Eco in scatola! Dal rifiuto all’arte' sono realizzate tutte con materiali di recupero; se un rifiuto lo butti non lo guardi più, ma se lo fai diventare un'opera d'arte e lo valorizzi, la gente si accorge che ogni giorno produce dei rifiuti e si sensibilizza". Con queste parole Alessandro Grazi, presidente dell'associazione DIDEE, ha presentato la mostra che è stata inugurata ieri pomeriggio (15 novembre) nella galleria d’arte, in via del Poggio n° 2.
"Queste opere – ha spiegato Grazi – erano state esposte nella mostra collettiva ideata nell’ambito del festival TeatrInScatola. Anche su richiesta delle persone, abbiamo pensato di valorizzarle nuovamente, inserendole nel nuovo contesto della galleria".
La mostra, che sarà visitabile fino a martedì 2 dicembre, raccoglie i lavori di sei artisti: Domenico Aiello (Dodò), Elena Baldi, Andrea De Bernardi, Martina Forzoni insieme ad Alessandro Grazi e Fabio Mazzieri. Le opere sono disponibili anche sul portale www.artedidee.it, dove possono essere acquistate on line. I proventi della vendita delle opere saranno devoluti alla realizzazione di progetti di volontariato e sviluppo artistico e culturale internazionale per l'America Latina in collaborazione con l'associazione Carretera Central. La galleria è aperta dal martedì al venerdì dalle ore 16.45 alle ore 18.30.Per maggiori informazioni, è possibile telefonare ai numeri 392/9026373 e 339/ 500146 oppure è possibile scrivere all’indirizzo di posta elettronica didee@arci.it.
"Questa – ha spiegato Grazi – è la seconda mostra che facciamo dopo quella di marzo, ma la vera attività dell'associazione inizia ora con 'Eco in scatola' e con il corso di formazione 'Gli elefanti equilibristi'. DIDEE rappresenta 'la rinascita della Fenice'". Infatti l'associazione, affiliata all'Arci, era nata alcuni anni fa con l'intento di promuovere l'arte contemporanea, ma ha ripreso solo recentemente la propria attività.
"Vogliamo – ha spiegato Grazi – che la gente venga e ci proponga le proprie opere; siamo aperti ad artisti di qualsiasi genere: fotografi, pittori, scultori, videomaker. Consentiamo di esporre in maniera gratuita a tutti i soci di DIDEE e dell'Arci".