“La pura superficie”: agli Intronati il libro di poesie di Guido Mazzoni

Le opere del libro spaziano da temi esistenziali ai grandi eventi collettivi

SIENA. Appuntamento con la poesia alla Biblioteca comunale degli Intronati. Lunedì prossimo, 6 novembre, alle ore 17.30, è in programma la presentazione del volume “La pura superficie” (Donzelli Editore, 2017) alla presenza dell’autore, Guido Mazzoni.

Le opere del libro spaziano da temi esistenziali ai grandi eventi collettivi: dal vuoto e dal senso di solitudine e di estraneità di una persona qualsiasi nelle città del mondo occidentale, all’incontro con gli altri individui che talvolta rende visibile la complessità dei destini personali, fino a toccare alcune vicende oggetto di interesse mediatico come i conflitti degli anni Settanta, il G8 di Genova, l’11 settembre 2001 e i video dell’Isis.

Il volume parte dalle superfici, che siano di un finestrino di un treno o di un aereo, di uno schermo televisivo o di un volto, per ricercarne la profondità, e alterna versi e prosa allo scopo di allargare i confini e il pubblico della poesia.

L’incontro, a ingresso libero, sarà coordinato dal vicepresidente del Consiglio di amministrazione della Biblioteca, Marco Saletti; sono previsti gli interventi dei docenti Stefano Dal Bianco e Pierluigi Pellini dell’Università degli Studi di Siena e di Francesca Santucci del gruppo “Altri versi”.

 

Guido Mazzoni è nato nel 1967. Da qualche anno vive a Roma. Ha scritto i libri di poesia “La scomparsa del respiro dopo la caduta” (in Poesia contemporanea. Terzo quaderno italiano, a cura di F. Buffoni, Guerini, 1992), “I mondi” (Donzelli, 2010) e i saggi “Forma e solitudine” (Marcos y Marcos, 2002), “Sulla poesia moderna” (il Mulino, 2005), “Teoria del romanzo” (il Mulino, 2011), “I destini generali” (Laterza, 2015). Mazzoni è tra i fondatori del sito culturale “Le parole e le cose”. Insegna Letteratura all’Università di Siena.