Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

"Finoallafinedelmondo": il teatro in quattro puntate

di Alessandra Siotto
SIENA. Il festival teatrale Finoallafinedelmondo, organizzato dal Centro Culture Contemporanee Corte dei Miracoli con la direzione artistica del Teatro della Pioggia, è giunto alla seconda edizione. La kermesse, che si svolgerà a Siena dal 18 al 21 settembre, è stata presentata questa mattina (15 settembre) in conferenza stampa dal direttore artistico del festival Massimiliano Balduzzi, che ha parlato ai giornalisti insieme a Donatella Pollini in rappresentanza del Comune di Siena, Michela Eremita per il Museo D'Arte per Bambini e Paolo Angelini per la Banca MPS, main sponsor dell'evento.

“Nella prima edizione – ha detto Balduzzi – abbiamo ospitato maestri e maestre che hanno testimoniato un modo di fare teatro che richiede dedizione, sacrificio e una cura estrema nella formazione dell’attore e nell’elaborazione di uno spettacolo. La scelta di quest'anno è stata rivolta a giovani compagnie che hanno deciso di intraprendere un percorso simile nel mondo del teatro. Non c'è quindi una tematica comune che lega gli spettacoli, ma abbiamo scelto delle compagnie unite da un preciso modo di lavorare nel mondo del teatro”.

Il festival “finoallafinedelmondo – L'attore e il suo mestiere” porterà a Siena quattro giovani compagnie teatrali provenienti da Spagna, Grecia, Francia e Italia, con un fuoriprogramma dedicato all'arte indiana, che si avvicenderanno negli spazi della Corte dei Miracoli, del Santa Maria della Scala e del Teatro dei Rozzi. Tutti gli spettacoli saranno presentati in lingua originale, una scelta motivata proprio dal desiderio di mostrare al pubblico il lavoro, anche vocale, che c'è dietro ad uno spettacolo. “Se il teatro è soprattutto emozione – ha sottolineato Pollini – assistere agli spettacoli in una lingua oscura, è un'occasione unica che ci affascina ed emoziona.”

Il festival si aprirà giovedì 18 alle ore 17 al Santa Maria della Scala con la creazione di un Aripam, un disegno di benvenuto fatto con polvere di riso. Alle 21 al Teatro dei Rozzi andrà in scena “Giona il profeta” di Domenico Castaldo. Il Centro Culture Contemporanee Corte dei Miracoli ospiterà gli spettacoli “Des Rangées” (venerdì 19 alle 21) della compagnia francese Le Dythirambe e “Aralia” (sabato 20 alle 18) di Malgosia Skandera, oltre a proiezioni video, dimostrazioni di lavoro, incontri e laboratori in cui sarà possibile un confronto diretto tra pubblico e artista. Sabato 20 settembre alle 21 verrà rappresentato al Teatro dei Rozzi “Martyrima” della compagnia greca Omma Theatre, mentre il Museo d'arte per Bambini nel Complesso Museale Santa Maria della Scala farà da cornice ad un progetto legato alle tradizioni indiane. Il progetto su Mithila Art, una tradizionale arte indiana, è stato presentato da Michela Eremita che, come direttrice del Museoo d'Arte per Bambini e come responsabile delle Attività Educative del Santa Maria della Scala, ha sottolineato l'importanza di questa collaborazione che si sposa con il percorso e le attività intraprese dal Santa Maria della Scala. La mattina di sabato 20 si terrà una conferenza con P.G. Solinas, Krishna Kumar Kashyap e il fotografo Alain Volut. A conclusione del Festival, il pomeriggio del 21 settembre Roberta Gandolfi, ricercatrice e docente presso l'Università di Parma e studiosa del linguaggio teatrale, terrà una conferenza alla quale parteciperanno artisti e pubblico, un momento di confronto e di approfondimento sui singoli spettacoli e sul lavoro delle compagnie.

Una sezione del Festival sarà dedicata alle tematiche ambientali, in un discorso ad ampio raggio su questioni diverse, accomunate dal tipo di rapporto che si instaura tra l'uomo e il territorio. In particolare il pomeriggio di sabato 20 verrà proiettato il film A Biùtiful Cauntri di E. Calabria, A. D'Ambrosia e P. Ruggiero. La pellicola propone uno sguardo lucido e attento sul problema dei rifiuti in Campania e racconta la scottante attualità dei paesi alla periferia di Napoli. Discariche abusive e la camorra che si arricchisce ai danni della popolazione.

Inoltre. durante tutto il festival, grazie alla collaborazione con Siena Ambiente, saranno fornite informazioni sulle potenzialità della raccolta differenziata e su come metterla in pratica.

La conferenza stampa di questa mattina si è conclusa con un brindisi benaugurale offerto dal Consorzio Vino Chianti Classico, uno degli sponsor del festival.

Per informazioni e prenotazioni sul festival: uffstampa@lacortedeimiracoli.org – tel. 0577 48596 www.myspace.com/finoallafinedelmondo.