‘Due di notte’, La Ginestra e Zecca al Teatro degli Oscuri di Torrita

Una divertente commedia in cui la vita riesce ad irrompere con ironia, durante una surreale diretta nel cuore della notte di Natale

TORRITA DI SIENA.  La stagione teatrale torritese prosegue sotto i migliori auspici e con due artisti che sono sinonimo di garanzia: Michele La Ginestra e Sergio Zecca. I due artisti romani arrivano al Teatro degli Oscuri di Torrita di Siena sabato 9 dicembre 2017 nella formula del doppio spettacolo, alle ore 19 e alle ore 21:15, con ‘Due di notte’. 

Due di notte” è una commedia che racconta una micro-storia attraverso delle istantanee briose, mutevoli, ironiche, alimentate da un ritmo sostenuto, reso perfetto nei tempi comici dall’intesa fra gli interpreti che si muovono in un continuo gioco di rimandi ed appaiono, vicendevolmente, l’uno la spalla dell’altro, riuscendo così a creare un clima piacevole che fa riflettere con leggerezza ed un po’ di dolcezza. 

Michele La Ginestra e Sergio Zecca  hanno deciso di unire le forze e di lavorare fianco a fianco – come attori, registi ed autori (assieme a Massimiliano Bruno) – per mettere in piedi questa esilarante commedia giocata sul filo del divertimento puro, che suscita risate dall’inizio alla fine senza soluzione di continuità.  

Lo spettacolo. I due protagonistiLeo Battaglia (Michele La Ginestra) e Vanni Martini (Sergio Zecca), sono due presentatori semisconosciuti e squattrinati di una piccola stazione radiofonica, piuttosto in bolletta, viste le difficoltà a reperire anche solo telefonate autentiche di autentici ascoltatori. 

Leo è uno scommettitore impenitente, ai limiti della ludopatia, che affronta con distacco e leggerezza il nugolo di creditori famelici di cui il vizio lo ha circondato. Vanni è amico di lunga data di Leo, nonché uno dei tanti suoi creditori, anche se non troppo insistente. Forse meno di ciò che dovrebbe. Separato dalla moglie ma non dagli alimenti che le deve, Vanni si destreggia non senza peripezie tra affetto per l’ex coniuge e voglia di ricominciare.

Per entrambi i protagonisti tuttavia, troviamo una comune voglia di cambiamento e riflessione che prende forma in maniera dirompente proprio nei fuorionda della diretta radiofonica, con la complicità del romanticismo che, per molti sognatori, porta ancora con sé la notte del 24 dicembre. Tra amabili disquisizioni musicali e freddure su debiti e avventure amorose più o meno vere o almeno verosimili, Leo e Vanni conducono gli spettatori in un’allegra gita di risate mai volgari che si conclude con uno sguardo lieve al cielo e alle sue lontane stelle, che la notte di Natale va sempre bene.

Michele La Ginestra è un artista che ci ha abituato a lavori permeati da un’atmosfera magica, dotati di un flusso narrativo capace di scuotere chi vi assiste proponendo, in modo umile e gentile, motivi di riflessione ed emozioni forti. Pur mantenendo inalterato il suo personalissimo stile, mentre Sergio Zecca modula con grande professionalità la propria capacità attoriale affascinando la platea senza bisogno di ricorrere ad artifici o ad eccessi. 

Come di consueto in attesa dell’inizio dello spettacolo delle ore 19 è possibile degustare prodotti tipici del territorio nell’ormai collaudato appuntamento organizzato dalla Compagnia Teatro Giovani nei locali della Pro Loco adiacenti al Teatro degli Oscuri di Torrita di Siena.

Per info e/o prenotazioni contattare il numero 380.1944435 o lo 0577.686362 dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 20 – email: info@teatrodeglioscuri.it