42° Cantiere: concerto da camera tra Beethoven, Schubert e Mahler

Alle 18.00 ultima replica di "Il mondo alla rovescia"

Fabrizio Meloni

MONTEPULCIANO. Il concerto da camera serale con insigni musicisti e l’ultima replica dell’opera buffa “Il mondo alla rovescia” sono in agenda per la terza giornata del 42° Cantiere Internazionale d’Arte, domenica 16 luglio a Montepulciano (Si). Alle 21.30 nel cortile della Fortezza (via di San Donato) sarà eseguito un programma musicale che percorre alcuni tra i momenti più alti del repertorio classico: protagonista un ensemble d’eccellenza, a cominciare dalla voce, quella della mezzosoprano Adriana Di Paola che ha lavorato con artisti del calibro di Antonio Pappano e Bruno Campanella. Accanto a lei solisti quali il flautista Renzo Pelli, per 34 anni nell’organico del Maggio Musicale Fiorentino, Alberto Negroni, primo oboe del Teatro alla Scala dal 1983 al 1997 e attualmente nell’organico del Maggio, Fabrizio Meloni, da più di 30 anni primo clarinetto dell’Orchestra del Teatro e della Filarmonica della Scala, Stefano Vicentini e Gianfranco Dini, rispettivamente primo fagotto e primo corno dei Maggio, e Monica Leone, camerista attiva nei maggiori teatri del mondo. Il concerto si aprirà con il Quintetto per pianoforte e fiati in mi bemolle maggiore op.16 di Ludwig van Beethoven, per continuare poi con Der Hirt auf dem Felsen op.129 di Franz Schubert e concludere con Kindertotenlieder di Gustav Mahler (ingresso: 10€).

Alle 18.00 al Teatro Poliziano (via del Teatro 4) ultima opportunità per assistere a “Il mondo alla rovescia”, l’opera di Antonio Salieri che ha già registrato una sala gremita e plaudente per le prime due recite. Con una lungimiranza unica per il Settecento, l’opera buffa esplora le convenzioni di genere e i rapporti di forza tra uomo e donna, nel nuovo allestimento commissionato dal Cantiere e firmato da Matelda Cappelletti. Il lavoro nasce dalla collaborazione tra istituti di alta formazione artistica e musicale del territorio: l’Orchestra Poliziana e la Corale Poliziana, sapientemente guidate dal Maestro Domenica Giannone, l’Accademia delle Belle Arti di Firenze, i cui allievi hanno curato scene e costumi, e il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, tra i cui alunni più meritevoli è stato selezionato il cast vocale.

Al Castello di Sarteano (via del Forte 46, Sarteano, Si) alle 18.00 torna “Molto rumore per nulla”, il celebre capolavoro di William Shakespeare adattato e diretto da Laura Fatini e messo in scena nella suggestiva Villa Fanelli, recentemente riaperta dopo quasi vent’anni di restauro (ingresso libero).

Continua alla Fortezza (via di San Donato 14) Canti di colore”, la mostra che porta per la prima volta al pubblico 90 dipinti inediti realizzati tra il 1975 e il 2007 da uno dei più influenti compositori del Novecento: Hans Werner Henze. Acquerelli, schizzi a matita e opere tratteggiate col gesso colorato: immagini che affascinano ed entusiasmano perché se da un lato lasciano intuire come il maestro tedesco abbia immaginato diverse opere musicali prima del lavoro compositivo, dall’altro manifestano grandissima espressività e capacità narrativa, toccando immediatamente lo spettatore (tutti i giorni dalle 10.30 alle 19.30, ingresso libero).

Ingresso: Il mondo alla rovescia – settore 1 intero 25€, ridotto 18€ | Settore 2 intero 16€, ridotto 12€ |

Musica da camera – 10€ | Canti di colore – ingresso gratuito | | Molto rumore per nulla 10€ |

riduzioni per residenti nei comuni coinvolti nell’iniziativa, sconto del 20% per soci CONAD, ingresso gratuito per under 16

Info: www.fondazionecantiere.it