Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

“Nero di Siena”: un thriller con il vicequestore Brandi

SIENA. E’ in libreria “Nero di Siena”, un thriller di Mario Falcone, edito da Ianieri.

Malapolitica, mafia, traffico di droga e massoneria: un verminaio dentro cui convivono interessi, vizi privati, segreti tenuti nascosti da decenni. Questo l’universo marcio e corrotto fino al midollo che Lorenzo Brandi, vice questore della Polizia di Stato, scopre a Siena, la città del Palio, del Panforte e del Monte dei Paschi, ora scenario del duplice ed efferato omicidio di un famoso e ricco banchiere e di sua moglie.
Trasferito da Catania in Toscana con la speranza di dimenticare i turbolenti anni trascorsi in Sicilia a combattere mafia e poteri forti, Brandi, poliziotto affascinante ma spigoloso e scomodo, si ritrova a gestire una indagine difficile e complicata a causa dell’identità delle vittime, tra i personaggi più in vista della città, e a scontrarsi con l’ottusa omertà di chi sa ma non parla per paura o per convenienza.
Con il trascorrere del tempo, l’indagine si trasforma in un gioco di specchi che coinvolge sempre più Brandi andando a toccare il suo passato e a incidere sul suo turbolento presente.
Crudo e spietato spaccato dell’Italia di oggi, il thriller di Mario Falcone è anche la storia di un uomo che crede nella Legge, costretto, a un tratto, a fare i conti con la parte più buia della propria esistenza.

L’autore
Mario Falcone è nato a Messina. Tra gli sceneggiatori più noti in Italia, ha firmato alcune delle fiction televisive di maggior successo, come Padre Pio, Francesco, Ferrari, Cuore, La guerra è finita, De Gasperi, Einstein e Anita Garibaldi, e ha vinto numerosi premi nazionali e internazionali.
Ha scritto i romanzi L’alba nera (Fazi, 2008), pubblicato in Francia da Edition la Table Ronde, Un’amara verità (Atmosphere libri, 2013), romanzo vincitore del Grangiallo a CastelBrando 2013, e Lo Chef degli Chef (Meridiano Zero, 2018).