Vicenda Pelosi: una mozione impegna la Giunta regionale

L’aula approva l’atto per tenere alta l’attenzione su casi così emblematici 

FIRENZE. Il caso di Sandra Pelosi, invalida al 98% e gravemente malata, che dopo la vendita della sua abitazione ha tentato il suicidio tagliandosi le vene nell’aula del tribunale civile di Siena, è al centro di una mozione approvata dal Consiglio. La vicenda della signora Pelosi, infatti, accaduta due giorni fa, ha mosso il gruppo della Lega a presentare una mozione approvata dal Consiglio regionale all’unanimità, per esprimere piena solidarietà e per impegnare la Giunta ad affrontare “casi così spinosi anche con interventi diretti”.

 

“Non entro nel merito della questione – ha sottolineato il consigliere Manuel Vescovi (Ln), presentando l’atto – ma trovo opportuno che la  Giunta intervenga in qualche misura”. Nel corso del dibattito, il capogruppo Leonardo Marras (Pd) ha invitato, pur capendo e immedesimandosi nella vicenda, a leggere la questione in un quadro di bisogno generale. Ed il dispositivo della mozione, infatti, parla di “casi spinosi”. Da qui il voto unanime dell’aula di palazzo del Pegaso.