Soddisfazione del Comune per l’ammodernamento della stazione deciso da RFI

Siena in passato troppo spesso tagliata fuori dalle grandi reti infrastrutturali

SIENA. “Apprendiamo con grande soddisfazione dell’investimento pianificato per il 2016 da Rete Ferroviaria Italiana (RFI, ndr) ai fini dell’ammodernamento e della riqualificazione funzionale della stazione di piazza Carlo Rosselli. Siamo molto riconoscenti alla Regione Toscana e in particolare all’assessore ai Trasporti, Vincenzo Ceccarelli, per l’attenzione dimostrata nei confronti di Siena, in passato troppo spesso tagliata fuori dalle grandi reti infrastrutturali”. Con queste parole, il sindaco Bruno Valentini commenta quanto dichiarato dai vertici di RFI, lo scorso 4 dicembre, sull’intervento di rinnovo degli impianti di informazione al pubblico della stazione di piazza Rosselli, previsto per l’anno prossimo, nell’ambito del piano industriale della società teso al potenziamento infrastrutturale e tecnologico della rete ferroviaria nazionale. Grazie a una dotazione di risorse di 250mila euro, la stazione senese potrà beneficiare di un nuovo sistema di diffusione sonora e video ad alta visibilità, composto da teleindicatori di binario, un monitor partenze nell’atrio e altri monitor a led lungo i marciapiedi.

“Dal punto di vista dei trasporti su rotaia – prosegue il sindaco – Siena è ancora distante dal resto del mondo. Per questo, dovremo lavorare di concerto con la Regione anche per avvicinarci a Firenze, attraverso l’obiettivo strategico del raddoppiamento del tratto Granaiolo-Empoli, lungo 11 km, che consentirebbe di arrivare alla stazione di Santa Maria Novella in poco più di un’ora. Anche le decisioni che verranno assunte in merito alle stazioni di Alta Velocità, grazie alla quale potremo raggiungere Roma in meno di due ore, si riveleranno decisive per il sistema dei trasporti e lo stesso grado di competitività del territorio senese.

Le politiche per la mobilità, che costituiscono un elemento centrale per la vita quotidiana dei cittadini e dei pendolari – aggiunge l’assessore ai Trasporti, Stefano Maggi – oltre che un tema di fondamentale importanza per il nostro futuro in termini di impatto ambientale, sono una priorità per l’Amministrazione. Continueremo a lavorare nella direzione di incentivare tutte le forme di spostamento cosiddette “dolci”, seguendo lo spirito dei progetti sulla pedonalizzazione del centro storico o del bike sharing, o che, comunque, privilegino la fruizione collettiva rispetto a quella individuale. Da questo punto di vista, i collegamenti ferroviari possono dare un grande contributo per contenere i volumi di traffico generati dalle auto. Dopo la recente inaugurazione del terminal bus di viale Lombardi, proprio a servizio degli utenti della stazione, non possiamo che accogliere favorevolmente l’intervento di RFI per il miglioramento tecnologico della stessa”.