Ruby ter: iniziato il processo a Berlusconi

Presentate le liste dei testimoni e calendarizzate le prossime date

SIENA. (a. m.) filone ‘toscano’ su feste Arcore 
Aperto questa mattina (26 luglio) il filone ‘toscano’ del processo Ruby ter. In questa tranche di inchiesta l’ex premier Silvio Berlusconi è stato rinviato a giudizio con l’accusa di corruzione in atti giudiziari dal gip di Siena Roberta Malavasi.

Secondo quanto emerso dalle indagini, Berlusconi avrebbe effettuato un pagamento in favore di Danilo Mariani, che suonava il pianoforte alle feste organizzate nella villa di Arcore, per indurlo, secondo l’accusa, a rendere falsa testimonianza nell’ambito dell’inchiesta sulle ‘olgettine’. Lo stesso Mariani è stato rinviato a giudizio per falsa testimonianza.

L’udienza di questa mattina, presieduta da Ottavio Mosti, è durata poco più di venti minuti ed è servita a presentare le liste dei testimoni da parte della difesa e della pubblica accusa e a calendarizzare le prossime udienze, che si terranno il prossimo 20 dicembre e nel 2019 il 17 gennaio, il 21 febbraio, il 31 marzo, il 18 aprile, il 23 maggio, il 20 giugno. L’accusa ha presentato un elenco di otto testimoni. La difesa di Berlusconi ne ha presentato uno di 32 persone come testimoni e consulenti, tra i quali anche l’ex ministro Maria Stella Gelmini.

Da quanto si apprende, nell’udienza di dicembre saranno chiamati a testimoniare dalla difesa Giuseppe Spinelli, amministratore di fiducia di Berlusconi, Pier Francesco Pavone e Mario Ciacci della polizia giudiziaria di Milano che hanno svolto le indagini.