Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Profumo e Viola: il giudice accoglie l’opposizione di Codacons all’archiviazione

Il gip fissa l'udienza al 15 marzo

MILANO. Tutto ancora da decidere in merito all’archiviazione, richiesta dalla Procura di Milano, delle posizioni di Fabrizio Viola e Alessandro Profumo, rispettivamente ex amministratore delegato ed ex presidente di Monte dei Paschi di Siena, per le accuse di falso in bilancio, aggiotaggio e ostacolo all’attività degli organi di vigilanza.

Il Gip del Tribunale di Milano Livio Cristofano ha infatti accolto l’istanza presentata dal Codacons in rappresentanza di numerosi azionisti di Monte dei Paschi, con cui l’associazione si opponeva alla richiesta di archiviazione per gli ex manager della banca senese, e ha fissato al prossimo 15 marzo l’udienza durante la quale si deciderà se le indagini nei confronti di Viola e Profumo dovranno proseguire o meno.

Per l’associazione dei consumatori, infatti,  sembra errata la richiesta della Procura d Milano circa le posizioni di Fabrizio Viola e Alessandro Profumo, ed è necessario, nell’interesse di migliaia di piccoli azionisti della banca, accertare fino in fondo il ruolo e le responsabilità degli ex manager di Mps.