Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Poste emette un francobollo dedicato a Maccari

ROMA. Ieri (15 novembre) Poste Italiane comunica che è stato emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “il Patrimonio Artistico e Culturale Italiano”, dedicato a Cesare Maccari, nel centenario della scomparsa, relativo al valore della tariffa B pari a 1,10€.
Tiratura: centomila esemplari stampati in foglietto e cinquecentomila esemplari per il francobollo singolo.

Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta patinata gommata, fluorescente non filigranata.

Bozzetto: a cura di Poste Italiane e ottimizzato dal Centro Filatelico della Direzione Operativa dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A.

La vignetta riproduce un particolare dell’affresco “Cicerone inveisce contro Catilina” che fa parte di un ciclo pittorico realizzato da Cesare Maccari, tra il 1881 e il 1888, nella Sala Gialla di Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica Italiana.
Completano il francobollo la leggenda “CESARE MACCARI” le date “1840 – 1919” la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.

Caratteristiche del foglietto: il foglio perforato assembla due immagini speculari che riproducono, nella quasi interezza rispettivamente a colori e in bianco e nero, l’affresco di Cesare Maccari; al suo interno sono inseriti due francobolli identici che focalizzano la figura di Cicerone; esclusivamente sull’immagine in bianco e nero è presente un chiudilettera non avvalorato che evidenzia Catilina.
Completa il foglio, nella riproduzione a colori dell’affresco, la leggenda “CESARE MACCARI 1840 – 1919”.
Il foglietto per la prima volta numerato è inserito all’interno di un libretto stampato in 30.000 esemplari, contiene tutte le le immagini degli affreschi di Cesare Maccari, realizzate pe la sala Gialla di Palazzo Madama.

Caratteristiche del francobollo stampato in foglio: la vignetta riproduce un particolare dell’affresco “Cicerone inveisce contro Catilina” che fa parte di un ciclo pittorico realizzato da Cesare Maccari, tra il 1881 e il 1888, nella Sala Gialla di Palazzo Madama, sede del Senato della Repubblica Italiana.
Completano il francobollo la leggenda “CESARE MACCARI” le date “1840 – 1919” la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.

Il francobollo è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A., in rotocalcografia, su carta patinata gommata, fluorescente non filigranata;.

Bozzetto: a cura di Poste Italiane e ottimizzato dal Centro Filatelico della Direzione Operativa dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato S.p.A. Foglio: cinquanta esemplari. L’annullo primo giorno di emissione è disponibile presso l’ufficio postale Roma Senato.

Il francobollo ed i prodotti filatelici correlati, cartoline, tessere e bollettini illustrativi, possono essere acquistati presso gli Uffici Postali con sportello filatelico, gli “Spazio Filatelia” di Firenze, Genova, Milano, Napoli, Roma, Roma 1, Torino, Trieste, Venezia, Verona e sul sito poste.it.

E’ stato realizzato anche un folder in formato A4 a tre ante contenente il foglietto, la cartolina annullata e affrancata, una busta primo giorno di emissione, la tessera e il bollettino illustravo, inoltre sono inserite nove monete dell’IPZS, al costo di 80€.