Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Poblemi di viabilità in via Fiorentina: c’è un’interrogazione del PD

SIENA. Interrogazione presentata dai consiglieri del gruppo del Partito Democratico Petti, Persi, Bruttini in data 28 gennaio 2016 in merito al ripristino della regolare viabilità in via Fiorentina.
– Considerato che :
– dal mese di settembre del 2014 il tratto di via Fiorentina in direzione nord per circa cento metri a partire dal numero civico 62 è parzialmente precluso al traffico con una notevole diminuzione della carreggiata per la messa in sicurezza dell’area interessata da un tratto di mura perimetrali e relativo arco di accesso di proprietà privata ritenuti pericolanti, interdetti e stabilizzati con strutture temporanee;
– nel tratto in oggetto si sono già verificati numerosi piccoli incidenti e frequentemente le auto investono e spostano le segnalazioni di ingombro carreggiata;
– nel tratto interessato è presente anche una fermata dei bus urbani e extraurbani con un significativo numero di utenti che, in diversi momenti della giornata, devono spostarsi oltre la zona delimitata, quasi al centro della carreggiata;
– i cartelli che attestano l’ingombro del suolo pubblico riportano come data di scadenza il 23 dicembre 2015;
– la velocità dei veicoli su tale tratto rettilineo, nonostante i limiti, spesso è piuttosto elevata;
– ai disagi arrecati al traffico si sommano le difficoltà e i rischi per i residenti dovuti alla rimozione dei cassonetti per lo smaltimento dei rifiuti dato che i più prossimi sono distanti o raggiungibili dopo un tratto di strada pericoloso e scomodo;
– a tutti i residenti del numero civico 64 è stato interdetto l’uso dell’accesso diretto su via Fiorentina attraverso l’arco in oggetto, ponendo come alternativa il disagevole accesso da Villa Patrizia nella curva dello Stellino;
– si apprende che la proprietà privata in oggetto è sottoposta a procedura fallimentare da parte del Tribunale di Siena;
Valutato che:
– il tratto in oggetto è un accesso principale alla città e come tale deve avere un aspetto decoroso che attualmente è deturpato dalla presenza di strutture precarie per la messa in sicurezza;
Si chiede al Signor Sindaco:
– quali misure l’amministrazione ha messo in atto per il ripristino della regolare viabilità e con quale tempistica se ne prevede il completamento;
– quali soluzioni temporanee per gli abitanti della zona intende attuare per alleviarne i disagi;
– se è prevista una soluzione definitiva del problema, cosa comporta e con quali tempi può essere realizzata.