Mezzaroma rinviato a giudizio per il fallimento del Siena calcio

Undici le persone nel processo che inizierà il 28 febbraio

Massimo Mezzaroma

SIENA. L’ex presidente del Siena Calcio, Massimo Mezzaroma, è stato rinviato a giudizio dal gup Ilaria Cornetti per il fallimento della società bianconera. Il processo comincerà il 28 febbraio prossimo. A giudizio anche la sorella Valentina (vicepresidente del Siena) e consulenti e componenti del cda della società: Mario Lattari, Pier Paolo Sganga, Christian Pallanch, Alessandra Amato, Giuseppe Bernardini e Alberto Parri. 
11 gli imputati, ma tre (i componenti del collegio sindacale Emma Capalbo, Riccardo Losi e Antonino Leggeri) hanno optato per il rito abbreviato e per loro il procedimento non si e’ ancora concluso.

Il Siena calcio è stato dichiarato fallito il 4 dicembre 2015, con un passivo di quasi 60 milioni di euro. Tra i reati contestati a vario titolo agli imputati, quello di bancarotta preferenziale e fraudolenta per distrazione di denaro e ricorso abusivo al credito.