Leaderboards
Leaderboards
Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Masi (Pd): “Più coordinamento e programmazione per le scuole e i servizi scolastici”

Il Gruppo consiliare democratico ha presentato un ordine del giorno che però è stato bocciato dal consesso

SIENA. Nell’ultimo Consiglio comunale il Gruppo Fratelli d’Italia ha presentato una mozione sulle difficoltà logistiche del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Siena per mancanza di aule. Nell’occasione, il Gruppo PD ha presentato un ordine del giorno sulle scuole e i servizi scolastici della Città.

Gli edifici scolastici comunali, per elementari e medie, e provinciali, per le superiori, rappresentano un’infrastruttura strategica per la nostra Città, che, insieme ai servizi all’infanzia comunali e statali ed alle sue due Università, offre tutti i gradi dell’educazione e della formazione. Così, una corretta concertazione e programmazione può salvaguardare sicurezza e funzionalità delle strutture e garantire avanguardia dei loro servizi.
Per questo si era chiesto, anche nello spirito della conferenza  dell’istruzione, una coordinamento periodico tra Comune, Amministrazione provinciale e Ufficio scolastico provinciale, con il coinvolgimento volta volta degli Istituti Comprensivi interessati.  Infatti, alla questione particolare  del  Liceo Scientifico Galileo Galilei di Siena  (la cui soluzione sembra ormai prossima sia in termini di progettazione che di risorse) si aggiungono, però, altre situazioni che sono state dibattute anche di recente in consiglio comunale (Monna Agnese) o comunque note (Liceo Classico  Piccolomini), oltre alla condizione degli edifici  scolastici del Comune che si conosce dal piano delle  opere annuale e triennale. I bilanci sia dei Comuni che delle Province (queste ultime, oltretutto, penalizzate da una riforma che ne ha ridotto  sensibilmente le  risorse,  in maniera  comunque non proporzionale alle funzioni che gli sono rimaste  attribuite) non riescono però  far fronte contemporaneamente a tutte le emergenze,  se non all’interno di un’attenta programmazione e concertazione dell’intera rete dei servizi scolastici della Città  tra tutti gli attori coinvolti. Questo anche  per  consentire un ricorso più efficace  alle risorse statali e ai sussidi regionali: ad esempio, in materia antisismica.
Ecco l’importanza di un maggiore coordinamento e programmazione per migliorare le scuole e i servizi scolastici a Siena.
Purtroppo, l’ordine del giorno è stato bocciato dal Consiglio comunale.
Ci si chiede quindi se non interessa o se il coordinamento e la programmazione non sono cifre compatibili con questa Amministrazione. Teniamo però conto che queste sono categorie che hanno costruito il progresso  della nostra Città’. Essere originali nel governo serve solo se si migliorano davvero le cose.