Industriamoci: incontro-dibattito al Bandini

Seminario promosso da Confindustria Toscana Sud sul tema dell’alternanza scuola-lavoro

Istituto-Bandini

SIENA. Si è svolto oggi (5 Ottobre) all’istituto Bandini un seminario promosso da Confindustria Toscana Sud sul tema dell’Alternanza scuola-lavoro.

Il seminario si collocava nell’ambito di un percorso di collaborazione con il mondo della scuola che Confindustria ritiene fondamentale per lo sviluppo del paese e che si concretizza nel progetto INDUSTRIAMOCI, che vede ad oggi già coinvolti con proposte concrete di collaborazione fatte di stage, testimonianze, visite aziendali e project work, più di 50 aziende e 10 istituti tecnici e professionali delle province di Arezzo, Grosseto e Siena.

All’evento, aperto dal presidente di Confindustria Toscana Sud Andrea Fabianelli, hanno partecipato esponenti di Confindustria nazionale, che hanno illustrato l’impegno dell’Associazione sul tema dell’alternanza, degli imprenditori che hanno evidenziato le positive esperienze realizzate all’interno delle loro imprese, dei docenti e dei referenti per l’alternanza degli istituti tecnici e professionali e, soprattutto, di circa 100 studenti del Bandini, protagonisti dell’incontro anche grazie al loro impegno nella realizzazione del seminario. Proprio gli studenti hanno animato il dibattito, raccontando le loro esperienze nelle imprese, interrogando gli ospiti sulle prospettive del mondo del lavoro e proponendo idee e spunti di riflessione che le aziende presenti sapranno senz’altro fare propri.

“Da sempre Confindustria – sottolinea Andrea Fabianelli – chiede a scuole e istituzioni di aprirsi alla collaborazione con il mondo produttivo per mettere a disposizione giovani qualificati ed in linea con le esigenze aziendali per sostenere la crescita e l’innovazione delle imprese. Ora, con l’introduzione dell’alternanza scuola-lavoro obbligatoria, le nostre richieste sono state in larga parte recepite e tocca a noi imprenditori fornire un contributo concreto, affinché il rapporto di collaborazione con le scuole, che ci ha sempre contraddistinto, diventi organico e strategico per le nostre esigenze di professionalità e competenze”.

Concetti ripresi anche da Alfredo Stefanelli, dirigente scolastico dell’I.I.S. “S. Bandini”: “Da anni il nostro Istituto cerca di affiancare alla preparazione scolastica dei propri alunni una valida esperienza nel mondo del lavoro: l’inserimento in azienda dell’allievo assume una funzione dimostrativa e di certificazione delle conoscenze acquisite in ambito scolastico per la cui validazione è indispensabile il giudizio positivo di un soggetto terzo quale l’impresa. Pertanto è necessario che tra la scuola e il mondo del lavoro esista una collaborazione stretta, con l’intento di far comprendere i benefici per gli studenti, derivanti dall’effettiva implementazione dell’alternanza scuola lavoro, sia in termini di risultati di apprendimento, sia di conoscenza “anticipata” del mondo del lavoro. Confindustria Toscana Sud già dallo scorso anno scolastico ha collaborato con il nostro istituto sia per l’individuazione di aziende disposte ad accogliere i nostri studenti sia con incontri di  orientamento, agevolando il notevole sforzo organizzativo della scuola per la piena realizzazione della stessa attività. L’entusiasmo degli studenti coinvolti e l’apprezzamento espresso dai soggetti ospitanti, costituiscono motivo di incoraggiamento a continuare”.

E proprio per dare continuità al progetto, INDUSTRIAMOCI ha già in agenda un prossimo appuntamento che sarà venerdì 11 novembre, quando si svolgerà il PMI Day, la 7^ giornata nazionale delle piccole e medie imprese, pensata per contribuire a diffondere la conoscenza della realtà produttiva delle imprese e il loro impegno quotidiano a favore della crescita, mediante una visita, da parte di studenti e famiglie, alle aziende e agli stabilimenti produttivi, ai macchinari e soprattutto alle persone che vi lavorano.