Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Il Comune “adotta” un cavallo delle botticelle romane

Il cavallo sarà portato dal personale del Comune presso la clinica “Il Ceppo” dove sarà sottoposto a un check up sanitario e potrà ambientarsi nel territorio senese

SIENA. E’ previsto per mercoledì prossimo, nel primo pomeriggio, l’arrivo a Siena di “Botticello”, vetturino romano castrone di 22 anni. Il cavallo sarà portato dal personale del Comune presso la clinica “Il Ceppo” dove sarà sottoposto a un check up sanitario e potrà ambientarsi nel territorio senese per poi cercare casa presso qualche associazione della Città.

Il Comune di Siena ha infatti voluto rispondere all’appello dell’Associazione Horse Angels e prendersi cura dell’animale “Un gesto naturalmente simbolico – ha affermato il Sindaco De Mossi – ma che tuttavia riafferma il grande amore dei senesi per i cavalli e la grande organizzazione e professionalità di cui l’Ente dispone per la loro tutela”.

Anche Horse Angels ha apprezzato l’interessamento dell’Ente con un commento della sua presidente Roberta Ravello che lo ha definito un “Gesto di grande sensibilità e attenzione verso il mondo dei cavalli e un aiuto morale ai vetturini in questo momento gravemente afflitti, avrebbero il cuore spezzato a dover rinunciare al mestiere della loro tradizione, nel caso passasse il nuovo codice della strada, la cui discussione del testo non è ancora arrivata in Parlamento. Lo spostamento in parchi protetti e ville (previsto dal testo che dovrà essere discusso) non è considerato dai vetturini, non solo di Roma, ma italiani in genere, sostenibile, quindi la maggior parte dei circa 400 vetturini censiti sarebbero costretti a rinunciare alla licenza di servizio di posta ippotrainato, volturandolo con la licenza taxi. Riflesso su tutta Italia, ci sarebbero circa 800 cavalli dismessi a rischio, a cui trovare casa. Una missione impossibile. Ma almeno Botticello ce l’ha fatta a ricollocarsi, grazie al Comune di Siena!”