Fontani: “Caro Pierluigi, ti scrivo…”

Lettera del maestro a Piccini

Adriano Fontani

SIENA. Caro Pierluigi, scusa se ti do del tu e ti chiamo in confidenza ma una volta abbiamo accertato che tra me e te ci sono solo 3 giorni di differenza di età.

Non prendertela con le Iene, hanno fatto benissimo il loro lavoro di giornalismo d’inchiesta.

A tuttora io resto l’unico senese ad aver ATTACCATO PUBBLICAMENTE (in interviste a Radio Radicale, tramite interrogazioni Parlamentari al Ministro della Giustizia, con Esposti al CSM ed alla Procura di Genova,…) la cd “Giustizia” di questa città di Massoneria per eccellenza.
Ed ovviamente da anni pago OLTREMODO CARISSIMA questa mia pubblica esposizione.
Se Siena fosse una città pulita di gente decente e non ipocrita oltremisura come invece purtroppo e’, 3.000 o 30.000 senesi sfiderebbero APERTAMENTE E AD ALTA VOCE la “Giustizia” senese gridando in coro: “Anch’io la penso come Piccini sulla morte di David Rossi e ora la Procura indaghi pure me”.

 
M.o Adriano Fontani
  • Adriano

    Ovviamente io mi riferivo a cio’ che e’ stato detto sulle diffuse perplessita’ e critiche sulle indagini ed alla vera causa della morte e non certo alle affermazioni sui presunti “festini” di cui nulla di nulla so ne’ sapevo