• Aquila
  • Bruco
  • Chiocciola
  • Civetta
  • Drago
  • Giraffa
  • Istrice
  • Leocorno
  • Lupa
  • Nicchio
  • Oca
  • Onda
  • Pantera
  • Selva
  • Tartuca
  • Torre
  • Valdimontone

Diversamente abili e associazioni al pranzo della Paglietta

Come ogni anno la contrada della Torre offre un pranzo ai diversamente abili della città. Presenti il Prefetto, il sindaco e l'assessore alla sanità

SIENA.  Si è svolto oggi nei locali della Società Elefante il tradizionale pranzo che la Contrada della Torre offre a ridosso del Natale ai diversamente abili della città, partecipanti tramite le varie associazioni di volontariato che condividono con loro lungo tutto l’anno tempo, difficoltà e emozioni. In particolare, il pranzo è allestito su iniziativa della Paglietta, la Congrega fondata in seno alla contrada esattamente 50 anni fa, nel 1966. Presenti il Prefetto Mario Gradone, il Sindaco Bruno Valentini e l’Assessore alle Politiche sociali del Comune di Siena Anna Maria Ferretti, hanno partecipato giovani e meno giovani senesi accompagnati dai rappresentanti di quattordici associazioni del territorio, oltre alle rappresentanti delle Commissioni Solidarietà delle Contrade di Lupa e Selva.

“Quello di oggi è un momento speciale, come speciale è questa città sto scoprendo dallo scorso febbraio – ha detto il Prefetto – un territorio che vive in armonia con la propria storia, e da qui deriva la capcità di stare accanto a persone speciali, le quali sono l’espressione della capacità di stare in armonia con sé stessi”.  Queste le associazioni presenti: Bollicine, Paraplegici, Down, Santa Petronilla, Il Laboratorio, Sesto Senso, Riabilita, Tutela ciechi, IMpegno sociale, Scelrosi Multipla, Untalsi, Le Rondini, Pubblica Assistenza, Poderuccio, Riuscita sociale, il Chicchero, Asm, Aniep.

Nelle foto di Carlo Neri, alcuni momenti del pranzo di oggi.