Direttore responsabile Raffaella Zelia Ruscitto

Diretta del Palio: definitiva la rottura tra Siena e la Rai

Già firmato un accordo con l'emittente Cctv

SIENA. In Viale Mazzini, a Roma, la notizia è stata presa come un’esplosione atomica. Si parla espressamente di “scippo” e di “ingerenza estera” nella difesa della cultura tradizionale italiana. Oggi, 1 aprile 2019, il sindaco di Siena, Luigi de Mossi, in una conferenza stampa straordinaria che si terrà alle 17.30 darà la notizia della rottura dei rapporti fra la città del Palio e la Radiotelevisione Italiana SPA. La scelta dell’ orario è legata alla chiusura delle borse internazionali per evitare interferenze sui mercati.

Ma la notizia non è tanto questa (visto che da anni i rapporti fra Siena e la Rai sono ben lontani da quelli idilliaci dei commentatori Paolo Fraiese o Emilio Ravel), quanto quella che riferisce che sarà la televisione pubblica China Central Television, più nota come CCTV, a trasmettere, sia sui nuovi media che su quelli tradizionali, le immagini delle carriere del 2 luglio e del 16 agosto 2019. I due Palii saranno visibili in diretta sul canale 15 del digitale terrestre, grazie ad un accordo con tutte le emittenti regionali che trasmettono su tale frequenza.

Secondo quanto trapelato da Palazzo pubblico, i primi contatti con la divisione televisiva dell’Ufficio Propaganda del Partito Comunista Cinese risalgono alla visita in oriente del sindaco De Mossi a dicembre dello scorso anno. La firma dell’intesa sarebbe avvenuta, anche grazie all’intermediazione del ministro degli Interni Matteo Salvini, in occasione della recente visita in Italia del presidente cinese Xi Jinping. Questi è anche segreterario del Partito Comunista del colosso economico e pertanto riferimento politico della CCTV. “Si può dire – pare che abbia detto lo stesso Salvini – che la Via della Seta porterà fino a Siena”.

Non è confermata la voce che vorrebbe l’accordo all’interno di una più grande intesa che vedrebbe anche una presenza turistica e culturale cinese a Siena. Il tutto in analogia con quanto già fatto con le stesse autorità asiatiche che, già oggi, inviano ogni anno 750 fra i migliori studenti asiatici presso l’Università per Stranieri senese. Il rinnovato interesse delle amministrazioni per i locali della ex sede della Provincia di Viale Sardegna sarebbe da inquadrare in questa ottica. Forse gli stessi oneri per il recupero della mai terminata struttura, calcolati in 3 milioni di euro, potrebbero essere proprio a carico del network televisivo cinese in cambio della diretta paliesca. L’importante cubatura libera potrebbe accogliere delle iniziative sino-senesi, una foresteria od una intera sezione dedicata agli studenti cinesi.

E’ già pronto un piano operativo che vedrebbe la diretta della corsa gestita dal canale CCTV 9 del bouquet in quanto responsabile delle produzioni culturali sia in mandarino che in lingua inglese. A condurre la blogger italo cinese Malia Zheng. Nata a Campi Bisenzio (la famiglia è originaria della città di Rui’an), è laureata in Scienze della Comunicazione a Firenze. Con lei la giornalista cinese Xin Xiaomeng, volto noto del mondo dell’informazione nazionale e locale. La regia è stata affidata a Shi Bao Yù, che sarà affiancato da un esperto senese di Palio.